Scintilla di luce della Parola

08/10/19
✝DAL LIBRO DI GIONA 3,1-10

In quei giorni, fu rivolta a Giona una seconda volta questa parola del Signore: «Àlzati, va’ a Ninive, la grande città, e annuncia loro quanto ti dico». Giona si alzò e andò a Ninive secondo la parola del Signore.

Ninive era una città molto grande, larga tre giornate di cammino. Giona cominciò a percorrere la città per un giorno di cammino e predicava: «Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta».

I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, grandi e piccoli. Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere.

Per ordine del re e dei suoi grandi fu poi proclamato a Ninive questo decreto: «Uomini e animali, armenti e greggi non gustino nulla, non pascolino, non bevano acqua. Uomini e animali si coprano di sacco, e Dio sia invocato con tutte le forze; ognuno si converta dalla sua condotta malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani. Chi sa che Dio non cambi, si ravveda, deponga il suo ardente sdegno e noi non abbiamo a perire!».

Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si ravvide riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
8/10/19 Dal libro del profeta Giona 3,1 -10

“Dio sia invocato con tutte le forze, ognuno si converta dalla sua condotta malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani”.

🔥Il Signore invia Giona a Ninive per dare l’annuncio che Ninive sarà distrutta se non si converte entro quaranta giorni. Per la conversione è necessario “invocare Dio con tutte le forze”, ci dice la Parola, perché? Perché è Dio che CONVERTE, è Lui che con la forza e la potenza dello Spirito Santo CAMBIA la mente e GUIDA ciascuno ad “abbandonare ogni condotta malvagia”.

È Dio che tocca il cuore di ciascuna persona, non solo dei Niniviti, e permette il Miracolo di “poter perdonare” chi ci offende. È Dio che tocca la volontà e cambia ogni nostra volontà di vendetta, ira, omicidio e violenza… nella volontà Sua, che ci conduce alla pace, ad amarci, ad aiutarci e a vivere come veri fratelli! La “conversione del cuore” non si può imporre, non si può inventare, non si può improvvisare: nasce da Dio, è dono Suo se lo invochiamo e se la desideriamo. Dio la concede sempre a chi vuol cambiare, come ha fatto a Ninive! Dio vide le loro opere – ci dice la Parola – che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia e Dio si “ravvede”.

Carissimi, quando noi INVOCHIAMO Dio, quando invochiamo il Suo aiuto nel voler cambiare la nostra condotta, Dio ci CAMBIA VERAMENTE, opera in noi e non lo vede solo Dio, lo vediamo anche noi!! Quando invochiamo Dio ci sentiamo infatti nella pace, amiamo e perdoniamo di più, c’è più pazienza, mitezza, sobrietà, gioia, vera felicità… questi sono i frutti della conversione, del cambiamento nostro, ma anche del cambiamento di Dio, perché Dio, se cambiamo, SI RAVVEDE e concede questi frutti in maniera permanente, come è avvenuto a Ninive! Coraggio, “invochiamo Dio con tutte le forze per non essere distrutti”. Dio vede le opere di tutti e VUOLE RAVVEDERSI anche con NOI! La Parola ci parla dell’intervento di Dio nel passato ma il Padre agisce ancora oggi nel presente! Non perdiamo tempo!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.