Scintilla di luce della Parola

14/10/19
✝ VANGELO LUCA 11,29-32

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire:

«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.

Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.

Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

SCINTILLA DI LUCE🕯
14/10/19 Luca 11, 29-32

“Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Ninive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona”.

🔥Ninive si è salvata perché ha dato ascolto a Giona e si è convertita. Ma a noi è stato inviato uno più grande di Giona che è Gesù! Che novità porta Gesù? Lui è la risposta ad ogni attesa dell’uomo, di tutta l’umanità nella storia. L’uomo di oggi è spesso deluso, arrabbiato contro tutti e tutto, ha un vuoto dentro che tenta di colmare con un “amore finito”, umano… oppure con i beni, i piaceri terreni, forse con il potere. Ciò di cui invece l’uomo ha bisogno è un “AMORE INFINITO” che non lo deluderà mai, che lo appagherà perché supera ogni limite.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Ogni amore umano, anche se grande, è limitato: si può perdere la pazienza, può non essere sempre della stessa intensità, può deludere con un’affermazione o con una carità mancata …l’uomo è limitato! Gesù solo ama veramente, sempre… con un’intensità incalcolabile, fino a dare la vita in croce dopo una sofferenza atroce che non tutti gli uomini possono sopportare, solo i grandi Santi possono. I Martiri ce lo testimoniano, ma loro hanno attinto, cioè si sono immersi volutamente in quest’Amore INFINITO soprannaturale e sono stati appagati in terra e nell’aldilà!

L’unico amore che non ci delude MAI è quello di Gesù, ve lo ripeto, perché è l’infinito che si è fatto uno di noi, è la pienezza che è venuta a contatto con il vuoto e ciò è DONO gratuito per cui ringraziare e lodare Dio. Non sentiamoci mai soli, la Trinità è con noi! In Gesù, con la forza dello Spirito Santo si vede il Padre e si supera ogni solitudine! Ninive, Ve lo ripeto, grazie a Giona si è convertita, noi abbiamo Gesù! In Gesù VIVO, la Trinità è tra noi, che aspettiamo a convertirci?
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteBruno Fittipaldi “Mia figlia Benedetta è guarita dalla leucemia!
Articolo successivoSan Leopoldo Mandic: l’amore di Dio nella confessione
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.