Scintilla di luce della Parola

25/10/19
✝ VANGELO LUCA 12,54-59

In quel tempo, Gesù diceva alle folle:

«Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: “Arriva la pioggia”, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: “Farà caldo”, e così accade. Ipocriti! Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?

Quando vai con il tuo avversario davanti al magistrato, lungo la strada cerca di trovare un accordo con lui, per evitare che ti trascini davanti al giudice e il giudice ti consegni all’esattore dei debiti e costui ti getti in prigione. Io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
25/10/19 Luca 12, 54-59

“Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo?”.

🔥Ringrazio il Signore oggi perché con questa Parola, Gesù ci porta a riflettere sulla nostra grande difficoltà a “saper leggere i segni dei tempi”. Perché? Perché spesso, io intuisco, si prega poco o male. Noi siamo tutti profeti nella misura in cui impariamo a “saper leggere, negli avvenimenti quotidiani, la volontà di Dio”. Impresa molto difficile, ma le testimonianze dei Santi ci dicono che non è impossibile. Se la Santità è un invito che Dio fa a tutti, siamo tutti nelle condizioni di sviluppare la capacità di essere profeti. Guardiamo allora ai Santi: si sono affidati alla Santa Vergine, hanno invocato lo Spirito Santo, hanno creduto in Gesù e alla Sua Parola e hanno trovato la via!

Io credo! Voglio credere anche io, come i Santi, perché non so voi, ma io desidero la Santità. Alla luce di quanto sopra scritto, Sposi e Sacerdoti, guardiamo oggi le famiglie. Ci sono tanti corsi di preparazione al Matrimonio, tanti gruppi di Sposi nella Chiesa che sono DONI grandi di Dio, “vie di Santità” per cui ringraziare il Signore…ma io sento in cuor mio che sono certamente cammini buoni di approfondimento della fede in cui si danno “tante nozioni, teorie”…ma manca spesso un’educazione alla “preghiera del cuore” e alla Parola. Guardando le famiglie di oggi, i continui divorzi, le tragedie a cui assistiamo, io intuisco in cuor mio, che manca ancora oggi nella famiglia una “REGOLA” che si fonda su una “Parola luce” che ha illuminato il mio cuore e spero in futuro anche la Chiesa: Giovanni 4,23. “Verrà un giorno ed è adesso, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in Spirito e Verità”. Su questa Parola, io intuisco che si costruiscono le “Chiese domestiche”.

Leggi di più:  "Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro".

Il percorso che io sento di dover seguire per imparare ad Adorare Dio (primo Comandamento) è questo:
1. Recitare ogni giorno il Santo Rosario per meditare con Maria Santissima i Misteri di salvezza;
2. Invocare lo Spirito Santo (Adorare Dio in Spirito…);
3. Dialogare con Gesù, VERITÀ incarnata, lodarlo e ringraziarlo e dare a Lui le paure, i peccati e le sofferenze… (Adorare Dio in Spirito e VERITÀ…);
4. Dopo aver invocato lo Spirito Santo, in Gesù e con Maria….ADORARE Dio con il Padre Nostro;
5. La Trinità ci risponde…
con la Parola contemplata…aiutata nella comprensione dalla “SCINTILLA di Luce”.
Adorando la Trinità, come in Chiesa, anche la nostra casa diventa una “Chiesa”, la “Chiesa Domestica” che poi approfondirà il cammino… se si vuole e se si può, in altri gruppi di famiglia che sono già esistenti nella Chiesa. Guardiamo i segni dei tempi e la proposta di salvezza che Gesù ci ha già dato (Giovanni 4, 23)!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteHalloween, dolcetto o scherzetto? Il dolcetto può essere velenoso e lo scherzetto assai pericoloso
Articolo successivoTurismo inclusivo e sviluppo locale: uno sguardo oltre le barriere
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.