Scintilla di luce della Parola

26/10/19
✝ VANGELO LUCA 13,1-9

In quel tempo, si presentarono alcuni a riferire a Gesù il fatto di quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subìto tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo».

Diceva anche questa parabola: «Un tale aveva piantato un albero di fichi nella sua vigna e venne a cercarvi frutti, ma non ne trovò. Allora disse al vignaiolo: “Ecco, sono tre anni che vengo a cercare frutti su quest’albero, ma non ne trovo. Tàglialo dunque! Perché deve sfruttare il terreno?”. Ma quello gli rispose: “Padrone, lascialo ancora quest’anno, finché gli avrò zappato attorno e avrò messo il concime. Vedremo se porterà frutti per l’avvenire; se no, lo taglierai”».

SCINTILLA DI LUCE🕯
26/10/19 Luca 13, 1-9

“Credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme?”.

🔥Dio è un Padre Misericordioso, un Padre che ama i suoi figli, tutti i suoi figli, anche se peccatori…Dio ci ama tutti! Quando si commette un peccato, Dio non viene a castigare, a darci le “botte” con le disgrazie o con le malattie. Dio educa come un buon padre fa, e mentre l’uomo con il peccato rifiuta Dio, si allontana da Dio, il Padre non ci molla facilmente punendoci… No, Lui è Amore.. ci sta vicino sempre, anche e soprattutto quando siamo nel peccato. Siamo noi che ci allontaniamo da Lui, ma Lui non si allontana. Si fa più vicino al peccatore fino al punto da dare tutta la Sua vita per i peccatori, e lo fa in Gesù nella CROCE, nell’Eucaristia.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Prima o poi capiremo questo grande Amore per noi! Prima o poi comprenderemo la logica di Dio, il Suo linguaggio anche nella prova. Accorciamo i tempi di comprensione INVOCANDO lo Spirito Santo. Con i sette doni, la Sapienza di Dio si manifesta e la nostra “cecità mondana” svanisce, così da vederlo.. così da poter dire: “Mio Signore e mio Dio, ho peccato ma ECCOMI, a te ritorno per lasciarmi guidare da te”. Diciotto persone erano ferite per la caduta della torre di Siloe ed altre erano state massacrate da Pilato, ma la loro morte non è da attribuire al Signore, Gesù non punisce, solo avverte che chi si allontana da Dio, VIVE nella SOFFERENZA, nel dolore, e “rischia di perire allo stesso modo”. Dio ci sta vicino nella sofferenza, nel male che l’uomo o accidentalmente o volutamente vive. Dio non ci abbandona mai!

Chi vive in Dio, anche nella sofferenza e nella prova non soffre perché riesce a trasformare il dolore in “occasione di espiazione dei propri peccati o di redenzione per il mondo”, quindi riesce a recuperare la forza e la gioia. Pregare non è segno di debolezza ma è un punto di forza. Crediamoci!!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteRacconti di un Pellegrino Rosso con Matteo Bergamelli
Articolo successivoLa Chiesa è in crisi? Sì, ma ogni crisi è fatta per rafforzare la fede
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.