Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

 29/12/19
✝ DALLA LETTERA DI SAN PAOLO APOSTOLO AI COLOSSESI 3,12-21
 
Fratelli, scelti da Dio, santi e amati, rivestitevi di sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità, sopportandovi a vicenda e perdonandovi gli uni gli altri, se qualcuno avesse di che lamentarsi nei riguardi di un altro.

Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi. Ma sopra tutte queste cose rivestitevi della carità, che le unisce in modo perfetto. E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E rendete grazie!

La parola di Cristo abiti tra voi nella sua ricchezza. Con ogni sapienza istruitevi e ammonitevi a vicenda con salmi, inni e canti ispirati, con gratitudine, cantando a Dio nei vostri cuori. E qualunque cosa facciate, in parole e in opere, tutto avvenga nel nome del Signore Gesù, rendendo per mezzo di lui grazie a Dio Padre.

Voi, mogli, state sottomesse ai mariti, come conviene nel Signore. Voi, mariti, amate le vostre mogli e non trattatele con durezza. Voi, figli, obbedite ai genitori in tutto; ciò è gradito al Signore. Voi, padri, non esasperate i vostri figli, perché non si scoraggino.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
29/12/19 Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Colossesi 3,12 -21

“La parola di Cristo abiti tra voi nella sua ricchezza… e qualunque cosa facciate, in parole e in opere, tutto avvenga nel nome del Signore Gesù”.

🔥In queste poche righe che mi colpiscono, in questa bellissima lettera di San Paolo ai Colossesi ricca di contenuti, per me è sintetizzato il programma di vita da seguire di tutte le famiglie:
1) La Parola abiti in noi;
2) Tutto quanto diciamo e facciamo, avvenga nel nome del Signore.
Il giorno del matrimonio, quando i due fidanzati hanno deciso di sposarsi in Chiesa, è nata la neo-famiglia, costituita dai coniugi (sposa)+Gesù, Trinità (sposo). Di questo meraviglioso progetto di Santità per noi laici sposi, cosa ne abbiamo fatto? Lo Sposo lo abbiamo lasciato forse all’altare quel giorno o vive con noi in famiglia…con i nostri figli attraverso la PAROLA, la preghiera e il nostro agire e parlare nel nome del Signore?

Oggi, con questa Parola, San Paolo dà anche a noi questo preciso programma, per dar vita ad una famiglia Santa. L’esempio ci viene anche dal nostro FARO che ci illumina sempre: la Sacra Famiglia di Nazareth. Tutti e tre, S.Giuseppe, Gesù e Maria SS, vivono “insieme” con la consapevolezza di avere un COMPITO ben preciso per dare onore e Gloria a Dio! E noi, quale compito abbiamo? Abbiamo consapevolezza di quale compito abbiamo? Con l’aiuto della Parola, che siamo chiamati a leggere ed Ascoltare ogni giorno, e con la preghiera, noi genitori, abbiamo il compito di educare i figli ad ADORARE Dio, “rivestiti di tenerezza, bontà, umiltà, mansuetudine… sopportandoci e perdonandoci reciprocamente.” E per i figli, educati ad avere questi stessi sentimenti, qual è il compito? È quello di “obbedire ai propri genitori, di amarli, onorarli ed assisterli anche se malati, fino all’ultimo giorno di vita”, anche se non sono più sani di mente per la vecchiaia…

Sono compiti difficili, ma con la preghiera, si vincono i limiti e le paure, perché Dio ha VINTO e porterà avanti il suo progetto di salvezza dell’Umanità, “affidato” anche alla famiglia! Assumiamoci ciascuno le proprie responsabilità della chiamata di Dio! Coraggio, seguiamo, ancora oggi, i suggerimenti di San Paolo dati ai Colossesi, e anche la nostra, sarà una Famiglia Santa!!😇
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteGli angeli visti da alcuni mistici del 1600
Articolo successivoLe rivelazioni di Natuzza Evolo
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.