Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

30/12/19
✝ VANGELO LUCA 2,36-40

[Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore.] C’era una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto con il marito sette anni dopo il suo matrimonio, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme. Quando ebbero adempiuto ogni cosa secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nàzaret. Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era su di lui.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
30/12/19 Luca 2, 36- 40

“Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio… con digiuni e preghiere”.

🔥Anna era una profetessa che, rimasta vedova, nonostante la sua avanzata età, “era sempre al tempio”, dice la Parola: “servendo Dio con digiuni e preghiere”. Oggi mi rivolgo ai “vedovi”, prendano esempio dalla profetessa Anna! Prima di essere sposi di una persona, si è sposi del Signore sin dal Battesimo. A causa degli impegni di famiglia, spesso accade che il servizio nella Chiesa diminuisce nel corso degli anni… ebbene, se nella nuova condizione di vedovanza, si ha più tempo a disposizione, si potrebbe impiegare al servizio in Chiesa, come ha fatto la profetessa Anna che, “non solo digiunava e pregava”, ma anche, ci dice la Parola, “parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme”. Fratelli in Cristo toccati dal Signore con la prova della morte del coniuge, non state chiusi in casa a piangere e a disperarvi, sarete più vicini al vostro coniuge con la preghiera…con il volontariato…e non con le lacrime! Smettete di piangere ad “oltranza”, perché i vostri defunti che vedono tutto, non si rattristino nel vedervi piangere!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Accettate la volontà di Dio PARTECIPANDO all’Eucaristia ogni giorno e PREGATE per loro, la vostra preghiera aiuterà loro e voi! Il Signore vi ha chiamati ad unirvi a Lui con una piaga nel cuore che è il lutto, “rispondete “con Amore” a questa chiamata e OFFRITE la vostra sofferenza in espiazione dei peccati dei vostri cari defunti, per voi e per l’umanità”… è una grande opera di misericordia di cui vi ringraziamo e che vi rende “candidati alla Santità”. Considerate un privilegio questa piaga di dolore nel cuore, come una “stigmata” di cui il Signore vi ha fatto dono! Siatene dei degni portatori “pregando, digiunando e servendo Dio sempre”, sull’esempio di Anna. Il dolore del lutto, non vi allontani da Dio, anzi sia per voi un’occasione per sentire più intensamente la Sua carezza paterna che vi consola e vi darà la forza per sopportare tutto. Abbracciate questa croce ed essa non vi scaccerà, ma vi salverà! Coraggio, Gesù vi aspetta in Chiesa, con il volontariato, ovviamente per chi può…e sentirete già in terra…il profumo e l’anticipo di luce del Paradiso…al punto che vi sembrerà di accorciare quelle distanze che, in Dio, NON ci saranno più!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLe rivelazioni di Natuzza Evolo
Articolo successivoSan Pietro: Basta con i ragionamenti ! Lasciamoci amare!
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.