Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

 31/12/19
✝VANGELO GIOVANNI 1,1-18

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.

Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.

In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.

Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.

A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.

E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.

Giovanni gli dà testimonianza e proclama:
«Era di lui che io dissi:
Colui che viene dopo di me
è avanti a me,
perché era prima di me».

Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto:
grazia su grazia.
Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè,
la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.

Leggi di più:  Date loro voi stessi da mangiare

Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
31/12/19 Giovanni 1,1-18

“E il verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria”.

🔥”Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è Lui che lo ha rivelato”. Così termina questo passo di oggi nel prologo del Vangelo di San Giovanni, e se lo lasciamo cadere “come un seme in un terreno”…lì nel nostro cuore…, vedremo quanti frutti di Grazia, serenità, pace e gioia porterà…ma solo se CREDIAMO a questa Parola! Come fare per poter godere di questi frutti? Occorre pregare con perseveranza, dialogando ogni giorno con la Trinità che ci parla e ci risponde con la Parola. Se facciamo ciò, vedremo i frutti, perché la preghiera, questo dialogo… è come l’acqua, altrimenti il terreno secca e il seme muore! Ma ogni pianta per crescere ha bisogno non solo dell’acqua, ma anche della luce. Gesù è la Luce!! Invochiamo il nome di Gesù SPESSO nel corso della nostra giornata, il Suo nome è liberazione, è consolazione, è forza, è salvezza! In che modo ci salva? Ci salva perchè la Parola è Gesù vivo e Gesù è Dio…Lui è “verbo incarnato” che viene ad abitare in mezzo a noi!

Fermiamoci davanti ad un qualsiasi presepe e “contempliamo la gloria di Dio” che quel bambino.. povero, al freddo e al gelo…è venuto a portarci! Giù le maschere e senza vergogna, ADORIAMO Gesù, RINGRAZIAMO, LODIAMOLO e BENEDICIAMO Gesù per quest’anno passato, perché “chi vede Gesù, vede il Padre.” Gesù è RIVELAZIONE di Dio infatti, e se accogliamo Gesù, accogliamo Dio in noi! O forse siamo tra quelli che, come dice la Parola, non l’hanno riconosciuto? Per loro era più difficile credere ad un bambino sconosciuto, ma noi abbiamo la rivelazione delle Scritture e sappiamo che è stato cresciuto dalla Vergine Maria e San Giuseppe; sappiamo che ha ammaestrato, guarito, liberato…e ha subìto la Via Crucis ma… CREDIAMO anche che è RISORTO e che siede alla destra del Padre… che è Dio con noi? Noi ci crediamo? O per noi il Natale è solo mangiare panettoni, giocare a carte, brindare, godere dell’atmosfera magica della festa? Crediamo o no, che il “Verbo si è fatto carne”? Se credi, allora pure prega Gesù, offrendogli gli affanni di quest’anno passato, le delusioni…ma presenta anche le “speranze nuove” per il nuovo anno, perché quando sei con Gesù, sei con Dio! Se accogli Gesù, se dialoghi con Lui, lo ripeto ancora…accogli Dio e “VIVRAI per sempre nella Luce e nella Sua gloria!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

” Se fino adesso non hai mai creduto in Gesù, mancano poche ore alla fine di quest’anno… lascia che passi…e per il Nuovo Anno, sii una nuova persona, vivi questa Nuova avventura di Fede che ti porterà ciò che cerchi! Auguro a tutti un Nuovo Anno di Grazia, di pace e gioia… SEMPRE in cammino verso la Santità💪😇🤗!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteSan Pietro: Basta con i ragionamenti ! Lasciamoci amare!
Articolo successivoTe Deum “Inno Cristiano di ringraziamento per l’anno appena trascorso”
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.