Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

 02/01/20
✝VANGELO GIOVANNI 1,19-28

Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elìa?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa». Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elìa, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo». Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
2/01/20 Giovanni 1,19 -28

“Egli confessò e non negò… Rispose: “Io sono voce di uno che grida nel deserto…”.

🔥Giovanni il Battista “non negò”, ma subito confessò che era solo “una voce che gridava nel deserto” del nostro cuore. Ancora oggi, attraverso questa Parola, Giovanni “grida” a ciascuno di noi di “Raddrizzare la via del Signore”. Egli, in maniera diretta, preparava il popolo ad “Accogliere Colui che doveva venire” cioè GESÙ….che non conoscevano ancora, perché, pur essendo già tra loro, non si era ancora rivelato. Il Battesimo di Giovanni nel Giordano, scuoteva i cuori, ma il Battesimo di Gesù “nello Spirito Santo”, DAVA loro INIZIO ad una vita nuova! Ma concretamente, cosa significa “Battesimo nello Spirito Santo”? Battezzare vuol dire: “immergere”.

Leggi di più:  «Per questa tua parola, va': il demonio è uscito da tua figlia»

Lo Spirito Santo è l’AMORE che c’è tra il Padre e il Figlio, l’Amore infinito che Dio Padre ha per ciascuno di noi.Gesù è RIVELAZIONE di quest’AMORE Paterno che entra in noi attraverso lo Spirito Santo…ma non è subito chiara questa missione di Gesù perché Lui viene tra noi “come uno di noi”.. Sarà Giovanni Battista, che invece già lo conosceva…a rivelarlo dopo aver visto la “colomba dello Spirito Santo scendere su di Lui.” A volte Giovanni, anche con toni alti, rimproverava, ma solo per educare ad accogliere “colui che avrebbe portato al Padre”. Gesù, pur essendo il Signore, la nostra salvezza…a me pare che, inizialmente anche Lui, nei suoi 33 anni, “preparava la via…”sia compiendo miracoli, sia con i Suoi insegnamenti che oggi sono il “Vangelo che ci salva!” Gesù, con questi segni, “scuoteva i cuori” e preparava il Suo popolo, perché lo attirava a sé e poi, attraverso lo Spirito Santo, RIVELAVA il volto di Dio! Lui agiva già nello Spirito Santo, perché, nel MISTERO TRINITARIO, era già in lui, ma lo Spirito Santo è stato effuso DOPO la sua morte in croce. Dalla Croce infatti, scendendo sui discepoli e su Maria Santissima, ci è giunto lo Spirito Santo che ha immerso in Dio la Chiesa. Gesù parlava del Padre, ma solo dopo aver ricevuto i sette doni dello Spirito Santo, la Chiesa è nata, perché si è “svegliata” a questa Nuova Vita. Lo Spirito Santo AGISCE dentro di noi e sviluppa la vita di Dio in noi!

Lo Spirito Santo PORTA ad una MATURITÀ Spirituale che ci fa COMPRENDERE sempre più, di giorno in giorno… fino a farci “scegliere” di vivere per sempre nella “Divina Volontà”! Ecco perché il Battesimo nello Spirito Santo di Gesù è più importante…. perché “ci PREPARA”, ci INVITA alla scelta definitiva e ci SALVA! Giovanni ha ammesso di non essere degno neanche di sciogliere i lacci dei sandali di Gesù…e noi? Lasciamoci scuotere, immergere e rinnovare dallo Spirito Santo per conoscere Dio!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteL’inganno della modernità
Articolo successivoPerché è importante inginocchiarsi durante la celebrazione eucaristica?
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.