Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

06/01/20
✝ VANGELO MATTEO 2,1-12

Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All’udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: “E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l’ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele”». Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo». Udito il re, essi partirono.

Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
6/01/20 Matteo 2, 1- 12

“Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono”.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

🔥La “storia della salvezza” è portata avanti da Dio, subendo spesso “forze contrapposte”. Al progetto di salvezza di Dio, si contrappone infatti il “progetto di perdizione” del maligno. Al desiderio dei Magi di incontrare il Messia per adorarlo, si contrappone la terribile cattiveria di Erode e la sua “astuzia”, messa in atto attraverso i Magi, per uccidere Gesù bambino, ritenendolo un “pericoloso antagonista”. Noi, da che parte siamo? Siamo con Erode o con i Magi? Ancora oggi subiamo l’influenza negativa delle “forze del male” ma la “luce della stella”, esiste ancora oggi su di noi! È lo Spirito Santo, per me, la stella che ci conduce a Gesù, che ci fa vedere l’Emmanuele, il “Dio con noi”. Questa stessa luce ci fa riconoscere nel “bambino povero” il Re, ci invita a “prostrarci”per Adorarlo e a “rivelare al mondo che Gesù è il Salvatore”, il Messia! Questo vuol dire Epifania! Il termine Epifania vuol dire “manifestazione di Gesù al mondo”. Il Cristiano non festeggia la “befana” in questo giorno, ma è invitato a “manifestare al mondo” che Dio si è fatto uomo per salvarci. Siamo invitati ad evangelizzare, ad iniziare cioè il nostro apostolato, ma prima, siamo ben consapevoli di essere “discepoli di Gesù”? Come si fa a capire se lo siamo e come si fa a diventare discepoli…e poi apostoli? Guardiamo i “pastori”, e non solo i Re magi! Hanno visto la luce, sono stati attratti e…”sono andati a vedere”. Noi andiamo da Gesù? Tanta luce, attorno a noi ci attira: la Chiesa con le Scritture ci chiama, i Sacerdoti durante le omelie, i catechisti…siamo invitati spesso ad andare a pregare per “scoprire la Verità”! Ascoltiamo la Chiesa, lasciamoci attirare da questa “luce” che ci invita, così come hanno fatto i Pastori! Quando hanno visto Gesù, coloro che hanno creduto, si sono prostrati e l’hanno adorato. Accogliendolo, hanno poi sentito la gioia di “condividere la gloria di Dio” che si è manifestata in loro adorandolo! Molti pastori, anche nella loro ignoranza teologica, sono diventati discepoli e poi apostoli! Coraggio, cerchiamo di essere anche noi “pastori”! Invochiamo lo Spirito Santo, andiamo da Gesù Eucaristia, “prostrati ADORIAMOLO” e sentiremo anche noi la Sua gloria, che è gioia, pace, amore vero… poi “manifestiamola al mondo” con le parole e con le opere… vedremo così la salvezza nostra e dei fratelli! Questo è il Vero senso del Natale. Questa è la Vera festa dell’Epifania. Questo è il progetto di Salvezza dell’umanità di Dio che il maligno vuole rovinare!…ma noi cristiani, ADORANDO GESÙ e non lui, non glielo permetteremo, vero?
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteAccetta una trasfusione di sangue ex Testimone di Geova ripudiata ed espulsa dalla congregazione
Articolo successivo“Dove sei?”
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.