Scintilla di luce della Parola

Foto di Free-Photos da Pixabay

 15/01/2020
✝DAL PRIMO LIBRO DI SAMUELE 3,1-10.19-20

In quei giorni, il giovane Samuèle serviva il Signore alla presenza di Eli. La parola del Signore era rara in quei giorni, le visioni non erano frequenti. E quel giorno avvenne che Eli stava dormendo al suo posto, i suoi occhi cominciavano a indebolirsi e non riusciva più a vedere. La lampada di Dio non era ancora spenta e Samuèle dormiva nel tempio del Signore, dove si trovava l’arca di Dio. Allora il Signore chiamò: «Samuèle!» ed egli rispose: «Eccomi», poi corse da Eli e gli disse: «Mi hai chiamato, eccomi!». Egli rispose: «Non ti ho chiamato, torna a dormire!». Tornò e si mise a dormire.

Ma il Signore chiamò di nuovo: «Samuèle!»; Samuèle si alzò e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Ma quello rispose di nuovo: «Non ti ho chiamato, figlio mio, torna a dormire!». In realtà Samuèle fino ad allora non aveva ancora conosciuto il Signore, né gli era stata ancora rivelata la parola del Signore. Il Signore tornò a chiamare: «Samuèle!» per la terza volta; questi si alzò nuovamente e corse da Eli dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Allora Eli comprese che il Signore chiamava il giovane. Eli disse a Samuèle: «Vattene a dormire e, se ti chiamerà, dirai: “Parla, Signore, perché il tuo servo ti ascolta”». Samuèle andò a dormire al suo posto.

Venne il Signore, stette accanto a lui e lo chiamò come le altre volte: «Samuèle, Samuèle!». Samuèle rispose subito: «Parla, perché il tuo servo ti ascolta». Samuèle crebbe e il Signore fu con lui, né lasciò andare a vuoto una sola delle sue parole. Perciò tutto Israele, da Dan fino a Bersabea, seppe che Samuèle era stato costituito profeta del Signore.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
15/01/2020 Dal primo libro di Samuele 3,1 -10.19 -20

“Parla Signore perché il tuo servo ti ascolta”.

🔥Questa nostra società oggi, ci ha fatti sempre più “suoi figli,” ma noi siamo figli di Dio, NON dimentichiamolo fratelli!! Siamo capaci di correre 18 ore e non fermarci mai neanche un’ora per la preghiera. Vero è che il Cristiano trasforma tutto ciò che fa in preghiera, e vive con Dio e in Dio ciò che fa, ma è NECESSARIA la contemplazione della Parola e anche “l’Ascolto di Dio che ci parla”, soprattutto nel silenzio.

FERMIAMOCI nel corso delle 24 ore in “PREGHIERA contemplativa”, anche un’oretta soltanto, perché la PREGHIERA è il grande mezzo, di cui abbiamo bisogno, attraverso cui “esplode” in noi il Mistero di Dio… Mistero che si esprime nell’intima “comunione-unione” profonda con il Padre! Anche Gesù, ci ricorda il Vangelo di Marco 1,29- 30, pur essendo Vero uomo e Vero Dio, si alzava presto al mattino e si ritirava in luoghi solitari a pregare, soprattutto prima di compiere importanti azioni come scegliere gli apostoli o compiere miracoli tra la folla. Prima di prendere importanti decisioni o prima di compiere atti importanti, “mettiamoci in preghiera”, seguiamo l’esempio di Gesù! Invochiamo lo Spirito Santo in un luogo silenzioso, e come Samuele, diciamo: “Parla Signore, il tuo servo ti ascolta”. Diciamogli che ci parli attraverso la Parola del giorno o se Lui vuole, attraverso un fratello o un evento… ma noi disponiamo il cuore e la mente all’Ascolto, sotto la guida dello Spirito Santo che invochiamo con Fede e costantemente in noi!

Il Signore ci parla, ma solo se noi siamo in Ascolto capiremo come agire, cosa decidere di fare, come vuole che amiamo e che viviamo… Davanti alla Parola, davanti all’Eucaristia, davanti alla natura…. OVUNQUE gridiamo “con Fede” spesso: “Parla Signore, perché il tuo servo ti ascolta”. Potremo mai comprendere se fuggiamo sempre quando qualcuno ci parla? Così è anche per Dio! Fermiamoci, guardiamo negli occhi chi ci parla, ASCOLTIAMO e poi facciamo discernimento su ciò che ci viene detto! Questo consiglio è per tutti: Sacerdoti, coniugi, Missionari, giovani…. TUTTI, me compresa ovviamente!! Che il Signore oggi, in questo momento, attraverso questa Parola del Libro di Samuele, ci chiami “ad Ascoltarlo come Samuele,” per riuscire a vivere sempre compiendo solo la Sua volontà!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl monastero dei Santi Quattro Coronati, luogo di silenzio e comunione
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – CentoVentiquattresimo Numero
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.