“Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua”

Illustrazioni di Cristian Nencioni

07/08/2020
✝ VANGELO MATTEO 16,24-28

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà.
Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita?
Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni.
In verità io vi dico: vi sono alcuni tra i presenti che non moriranno, prima di aver visto venire il Figlio dell’uomo con il suo regno».

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
7/8/2020 Matteo 16,24 -28

“Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua”.

🔥Quando rinneghiamo noi stessi e, prendendo la propria croce, seguiamo Gesù? Quando siamo coinvolti nella Passione di Cristo, che è Passione per il Padre e per i fratelli. Quando pensiamo alla passione di Gesù, pensiamo alla Sua sofferenza che c’è stata e che c’è in ogni Eucaristia, ma essa è fondamentalmente espressione di un infinito Amore di Gesù per noi e anche segno di rispetto ed obbedienza verso il Padre. Ogni volta che noi subiamo un torto e perdoniamo, è per atto di amore per il fratello, ma è segno anche di obbedienza alla legge dell’Amore che Dio ci ha indicato di seguire e di vivere. Questo è per me rinnegare noi stessi! Quando accettiamo la sofferenza che comporta “ingoiare il rospo”, è distruggere il nostro orgoglio e, senza accorgersene, mettere in pratica la Parola del Vangelo di “perdere la vita e di seguire Gesù”.

Leggi di più:  "Come dirai al tuo fratello: "Lascia che tolga la pagliuzza dal tuo occhio", mentre nel tuo occhio c'è la trave?"

Il nostro Maestro, infatti, non ci ha forse detto di ascoltare i Suoi insegnamenti? Questo per me vuol dire seguirlo, perché la Sua PAROLA è “lampada dei nostri passi” che conduce al bene e alla Santità. Genitori, quando vorreste scaricare la vostra ira sui vostri figli per le monellerie, per i loro vizi, per… e non lo fate, state rinnegando voi stessi (la volontà vostra…), state prendendo la vostra Croce (tenere tutto dentro, bloccare l’istinto comporta sofferenza umana…) e state seguendo Gesù (camminiamo con Lui, ascoltandolo!). Seguire Gesù vuol dire lasciare il nostro modo di pensare, agire, parlare ….per uniformarlo a quello di Gesù. Seguire Gesù vuol dire rinunciare ai propri vizi e alle abitudini peccaminose per vivere una vita ad immagine e somiglianza di Gesù…. Vuol dire lasciare la nostra comoda vita per vivere quella “scomoda” che ci propone il Vangelo, con diverse rinunce, non sempre felice in terra, ma che certamente ci riserva una felicità eterna.

Gesù ce l’ha promesso. Ogni scelta di cambiamento è Passione e morte spirituale, ma quando prendiamo la croce e seguiamo Gesù, è scelta di Resurrezione! Gesù ci dà questa opportunità. Se non si vuol cambiare…se si rimane nel peccato, è scelta di morte spirituale perché “chi vuole salvare la propria vita la perderà”… chi la vuol ritrovare eternamente, “deve imparare a perderla!”. Per esperienza lo dico!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 32 Come Gesù ci ha salvato sulla Croce?
Articolo successivoMonsignor Matthew, fa sapere che in Nigeria i cristiani vengono uccisi come i polli
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.