“Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore”

Illustrazioni Vangelo Cristian Nencioni

20/06/2020
✝ VANGELO LUCA 2,41-51

I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.

Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.

Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.

Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore.

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
20/06/2020 Luca 2, 41- 51

“Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore”.

🔥Nel pieno dei nostri problemi quotidiani, sapete perché si sta male? Perché siamo soli con noi stessi. Maria Santissima, invece, aveva ben compreso che se fosse rimasta in Dio, avrebbe affrontato “al meglio” ogni Sua preoccupazione. Maria sapeva di essere in Dio, e a Lui rimaneva unita quando Gesù si allontanava per insegnare, quando Gesù si allontanava per compiere la volontà di Dio. “Maria custodiva ogni sua preoccupazione in cuor suo”, perché lì ritrovava Suo Figlio… lì stava con Suo Figlio! La Vergine era obbediente come Gesù che, è vero, stava loro sottomesso a Nazareth, ma aveva anche una Missione da compiere. Maria sapeva tutto, Maria aveva compreso chi era Suo Figlio e “custodendo tutto nel Suo cuore”, rimaneva “figlia di suo Figlio”, figlia di Dio…solo così trovava la forza per affrontare ogni ansia e ogni preoccupazione. Mamme, a voi che come me vivete un pizzico di angoscia quando i nostri figli escono di casa, quando escono dalla nostra città o regione, a voi voglio dire: prendiamo esempio dalla nostra Mamma Celeste, restiamo unite a Dio-Trinità che vive in cuor nostro, nel tempio del nostro corpo. Lui li custodirà meglio di noi, insieme al loro Angelo custode. Affidiamo i nostri figli a Dio “ogni giorno”. CONSACRIAMOLI al Cuore di Gesù e Maria ogni giorno. Uniti, cuore cuore con Loro, li custodiremo meglio, continueremo a proteggerli dai pericoli…

Ad un certo punto della loro vita, non ci resta altro da fare che: “pregare” per loro, “rassicurarli” che anche da lontano, noi ci saremo sempre nei loro bisogni, ed “assistere” che si compia nella loro vita il “progetto di Dio su di loro”. A noi resta solo di scoprirlo e, uniti a Dio e a loro in preghiera, sostenerlo! Impariamo a custodire anche noi tutto in cuor nostro. È lì il datore di vita! È lì la regia della nostra e della loro vita!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLe promesse del Sacro Cuore di Gesù
Articolo successivoChi ha paura della libertà d’opinione?
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.