“Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente..”

Illustrazioni Vangelo di Cristian Nencioni

22/08/2020
✝ VANGELO MATTEO 23,1-12

Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno.  Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filattèri e allungano le frange; amano posti d’onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare “rabbì” dalla gente.  Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate nessuno “padre” sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo. E non fatevi chiamare “maestri”, perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo. Il più grande tra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato.

Parola di Dio

🕯SCINTILLA DI LUCE
22/08/ 2020 Matteo 23, 1- 12

“Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente..”.

🔥Cercare la gloria dagli altri “acceca e chiude” perché ci allontana dall’esperienza dell’Amore e ci fa fare esperienza del peccato. Quale peccato? La vanagloria che è l’opposto dell’umiltà. Tutto quello che facciamo, cerchiamo di farlo per la gloria di Dio, non per essere ammirati dalla gente. Ringrazio il mio caro amico sacerdote di Adrano che un giorno mi ha messo in guardia da questo “diavoletto” e da allora fuggo quando sento che si avvicina per “colpirmi e aggredirmi”. Sapete come fuggo?

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Lodando e benedicendo Dio, ringraziandolo per il dono della Parola, dell’Eucaristia e dei Sacramenti. A volte sento la necessità di baciare il pavimento prostrata, perché farlo mi fa ricordare che sono solo Sua serva, e mentre contemplo la Sua grandezza,…. con questo estremo gesto,…. ricordo a me stessa che provengo dalla polvere e in polvere ritornerò. Ogni mattina, dopo il segno della croce, bacio i piedi e le mani di Gesù bambino che ho in stanza. A Lui mi consacro, consacro i miei figli, la mia famiglia, tutti voi e in particolare il progetto del servizio che svolgo del commento alla Parola. Siamo solo suoi servi Uno solo è infatti il maestro: Gesù, Parola viva.

Io sono solo indegna serva che condivido ciò che mi colpisce, ciò che comprendo e anche la mia testimonianza. Spero che aiuti a riflettere e che porti alla Vera Luce: DIO. Cercate pure voi un punto di forza per combattere la tentazione di vanagloria, (se la sentite) perché il Signore ci vuole umili! Facciamolo per non dispiacere al nostro sposo, ma anche perché, attenzione fratelli, sta scritto: “Chi si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà, sarà esaltato”. Cerchiamo di restare con i piedi per terra perché se proviamo ad “innalzarci”… presto o tardi… cadremo. Lui solo infatti è infinitamente, perennemente grande!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLa festa di San Placido a Castel di Lucio
Articolo successivoGarabandal 1961-65: quattro anni di apparizioni mariane, un nodo irrisolto
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.