Valencia- Arcivescovo attaccato ingiustamente per un assembramento che non c’è

Foto di Mathieu Militis da Pixabay

La tattica fotografica  continua a dare filo da torcere. E’ sempre una questione di prospettive e intanto, questa volta ad essere stato preso di mira è l’arcivescovo di Valencia Antonio Llovera Cañizares, accusato di essersi addirittura ribellato alle disposizioni di culto date in Spagna e di aver aperto la cattedrale in occasione della  Vergine dei disagiati, principale devozione valenciana.

I fedeli sono accorsi in cattedrale numerosi e il Comune guidato da una giunta progressista ha definito “grave e irresponsabile” il comportamento dell’arcivescovo. La polizia locale ha già fatto rapporto al ministero dell’Interno chiedendo l’applicazione di una pesante multa, come previsto dal decreto governativo sullo stato d’emergenza», come riporta  il quotidiano diretto da Maurizio Molinari.

La cosa più incredibile è che è stata fatta una verifica e grazie ad essa la verità che emerge è che il cardinale non ha proprio infranto nulla. I fedeli non erano affatto assembrati domenica, ma tutti perfettamente distanziati e lo dimostra la foto seguente pubblicata da Religionenlibertad

foto fonte TEMPI

Basta cambiare la prospettiva di una foto per vedere dove sta la verità.

 

Leggi di più:  Il rosario delle sette “allegrezze” di Maria dell’Arcangelo San Gabriele