Vuoi sentirti più vicino a Dio? Ecco alcune cose da fare

Per sentirsi più vicino a Dio ci sono alcune cose da fare durante la giornata.

 Per sentirsi vicino a Dio, vi sono alcuni piccoli gesti da compiere durante la giornata, erroneamente crediamo che per sentire vicino Dio bisogna fare chissà quale preghiera speciale oppure andare su qualche monte ecc…

Ma la verità è un’altra: possiamo parlare con Lui ovunque e lo possiamo sentire dovunque.

Ci sono alcuni spunti che possono essere utilizzati ogni giorno e che possono essere utili per il proprio rapporto con Dio.

Ringraziare appena svegli

Appena suona la sveglia il primo pensiero deve essere quello di ringraziare Dio. Una preghiera breve potrebbe essere: “Grazie, Dio, per questo nuovo giorno di vita che mi doni”.

Sentirsi graziati mentre ci si lava

Ci sono persone che al giorno d’oggi non hanno l’acqua da bere, per lavarsi ecc… l’acqua non è scontata per tutti. Ed è per questo che bisogna sentirsi graziati ad averla. Mentre si fa una doccia, si può approfittare di ringraziare Dio per questo bene di prima necessità.

Fare colazione e benedire il cibo

Sedersi a tavola ringraziando Dio per tutte quelle persone che si sono adoperate per preparare il cibo, anche esso non è scontato e non tutti hanno la grazia di averlo.

Fare una preghiera breve mentre ci si reca a lavoro o a scuola

Approfittare del tragitto per parlare con Dio a tu per tu, potendolo ringraziare o chiedendogli un favore speciale, la preghiera è un vero e proprio dialogo con Dio.

Offrire le difficoltà della giornata

Offrire tutte le difficoltà e le fatiche della giornata è un modo per pregare Dio con le proprie difficoltà e stanchezze. Tutto concorre al bene se offerto con amore.

Durante il ritorno a casa pregare un Padre Nostro e un Ave Maria

Si può approfittare del ritorno a casa per pregare un Padre Nostro e un Ave Maria e dedicarlo ai propri amici, alla propria famiglia e a tutte quelle persone che si raccomandano alle nostre preghiere.

La sera un pensiero all’angelo custode

Quando la giornata è finita, offrire una preghiera e un pensiero al proprio angelo custode che è sempre impegnato a custodirci e difenderci.

Preghiera di ringraziamento

Signore, grazie per il tuo amore,

grazie per la mano che continuamente ci tendi;

grazie perchè ci ami nonostante le nostre miserie

e la nostra ingratitudine;

grazie perchè continui ad amarci

anche quando rifiutiamo il tuo amore.

 

Grazie per tutti i tuoi doni,

gli affetti, la musica, le cose belle.

 

Grazie per il dono del tuo figlio Gesù,

che si è fatto uomo per ridarci la tua amicizia;

Grazie perchè Egli ha voluto restare con noi

nel Sacramento dell’Eucaristia.

 

Grazie per la vita eterna che hai seminato in noi;

grazie per il dono della vita, Signore.

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna

 

Articolo precedenteConsigli per l’adorazione eucaristica
Articolo successivoUn metodo semplice per non annoiarsi durante la messa
Rita Sberna (Presidente)è nata nel 1989 a Catania. Nel 2012 ha prestato servizio di volontariato presso una radio sancataldese “Radio Amore”, lì nasce la trasmissione da lei condotta “Testimonianze di Fede”.Continua a condurre “Testimonianze di Fede” per la radio web di Don Roberto Fiscer “Radio Fra le note” con sede a Genova e per Cristiani Today in diretta Live.Nel 2014 ha scritto per il settimanale nazionale “Miracoli” e il mensile “Maria”.Nel 2013 esce il suo primo libro “Medjugorje l’amore di Maria” dedicato alla Regina della Pace e nel 2017 con l’associazione Cristiani Today pubblica il suo secondo libro “Il coraggio di aver Fede”. Inoltre su Cristiani Today scrive vari articoli legati alla cristianità e cura la conduzione web dei programmi Testimonianze di Fede e di Cristiani Today live.