Commento al messaggio di Medjugorje del 25 Aprile 2020

Madonna

Messaggio del 25 Aprile 2020 rivolto alla Parrocchia attraverso la veggente Marija di Medjugorje.
Cari figli!
Questo tempo sia per voi un’ esortazione alla conversione personale. Figlioli, pregate nella solitudine lo Spirito Santo affinché vi rafforzi nella fede e nella fiducia in Dio per poter essere i degni testimoni dell’amore che Dio vi dona attraverso la mia presenza. Figlioli, non permettete che le prove vi induriscano il cuore e che la preghiera sia come un deserto. Siate il riflesso dell’amore di Dio e testimoniate Gesù Risorto con le vostre vite. Io sono con voi e vi amo tutti con il mio amore materno. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Carissimi fratelli e sorelle , ancora una volta la Regina della Pace è scesa sulla terra , in mezzo ai suoi figli per donarci parole di speranza in questo tempo di prova per l’umanità e ci ha indicato come aiuto proprio il CONSOLATORE cioè lo Spirito Santo , colui che infiamma la nostra anima di luce divina e ci porta nel seno della Trinità. La Madonna ci ha chiesto di invocarlo non per fini strettamente umani , dei quali spesso riempiamo le nostre preghiere , ma la sua presenza va invocata “ affinché vi rafforzi nella fede e nella fiducia in Dio per poter essere i degni testimoni dell’amore che Dio vi dona attraverso la mia presenza”. Ecco che ancora una volta la Madre di Dio ci invita all’annuncio del Regno , cioè ad essere testimoni del Risorto poiché come ha detto anche la Chiesa , la fede se non è vissuta nell’essere inviati ai fratelli diventa acqua putrida , che non porta frutto . Ma noi siamo creati per portare frutto e portarlo in abbondanza affinchè sia noto davanti agli uomini che quando Gesù entra nella vita dell’uomo lo chiama a generare vita nella pienezza della gioia e l’annuncio non può avvenire se prima non c’è l’incontro personale con Cristo vivo , se non c’è una forte fede basata sulla fiducia nel progetto di Dio che è più grande dei nostri progetti umani , delle nostre prospettive , ecco perché solo attraverso lo Spirito Santo lo si può accogliere , come Maria per mezzo del Paraclito ha accolto il Verbo della Vita nel suo grembo verginale. Ma come come si può parlare e vivere di Dio mentre tutto intorno a noi parla di sofferenza , di crisi e di ,morte? È una domanda legittima che ognuno di noi si pone ,ma che non ci deve fermare e paralizzare in un lamento contro Dio prendendocela sempre con Lui , il Sommo Bene , ma può essere un trampolino da lancio , conducendoci dritti nello sguardo di Dio , nella sua prospettiva , nella sua logica ed è proprio la vergine santa capace di svelarci come il nostro Creatore sta vedendo questa crisi umana :” Questo tempo sia per voi un’ esortazione alla conversione personale.” Non è Dio che ha mandato questa epidemia , non è Dio un fanatico che gode a vedere la morte dei suoi figli , anzi proprio in questo momento in cui molti di loro lasciano la terra a causa della loro vulnerabilità corporea , egli brama la salvezza delle loro anime attraverso una conversione personale. Non possiamo pretendere che il mondo si converta se prima noi non rinunciamo ogni girono a Satana e alle sue seduzioni per vivere il Vangelo di Cristo nelle minime cose quotidiane . Tutto parte da noi , dal nostro cuore carissimi perché il rischio è di vedere il peccato intorno a noi e non notare come il peccato ha macchiato la nostra anima . Questo per essere “il riflesso dell’amore di Dio e testimoniare Gesù Risorto con le vostre vite.” Gli uomini ci vedono , notano i nostri comportamenti quanto il nostro cuore è capace di amare e quando vedono cristiani con il cuore duro , non innamorati di Dio e dei fratelli non possono trovare Dio e diveniamo motivo di scandalo . Siamo nel mondo e questo mondo ha bisogno e una sete seppur nascosta del Creatore e noi cristiani siamo chiamati ad essere ponte tra il cielo e la terra e non muro e motivo di caduta. Essere “cristiani today” vuol dire anche sentire la responsabilità di mostrare il volto di Dio ai fratelli come fece la Veronica nella Via Crucis . “Figlioli, non permettete che le prove vi induriscano il cuore e che la preghiera sia come un deserto “ Quanto amore ha la Madonna per ognuno dei suoi figli proprio come quello di una mamma che osservando il proprio figlio gli mostra tutti i pericoli affinchè sia attento a non cadere . Uno dei pericoli di questo tempo è l’indurimento del cuore , è abituarci a vedere numeri di uomini morti al telegiornale e prendere questo come normalità come se fosse una passerella di moda. No , fratelli , dietro quei numeri ci sono uomini , donne , giovani e famiglie colpite che hanno bisogno delle nostre preghiere e per garantire la nostra salute spirituale in questo tempo nel quale satana ci tenta sulla presenza di Dio è necessaria la preghiera , quell’incontro con un Dio vivo e che fa vivere , quel Dio che non ci abbandona neanche davanti alla morte , anzi ci accompagna e ci fa risorgere alla vita con Lui . Siamone certi di questo amore , testimoniamolo e viviamolo e in questo tempo di conversione per l’umanità fissiamo nel nostro cuore le parole della Regina della Pace che ci infondano forza e speranza e siano come verità contro le menzogne con le quali l’avversario ci tenta. “Io sono con voi e vi amo tutti con il mio amore materno”
Francesco Pio Petrachi

Leggi di più:  Come difendere il tuo matrimonio dall'infedeltà

Articolo precedente“Il buon pastore dà la propria vita per le pecore”
Articolo successivoEcco come viveva la famiglia della Madonna
Francesco Pio Petrachi
Francesco Pio Petrachi nato nel 2004 a Lecce in Puglia, ha ricevuto la chiamata al Sacerdozio all’età di tre anni che avrà il suo compimento con l’entrata in seminario quando il Signore vorrà. Attualmente frequenta il Liceo Classico e collabora con il suo parroco attraverso il servizio liturgico e guidando un cenacolo di preghiera dedicato a Maria Regina della Pace. Recandosi a Medjugorie si è innamorato di Maria e gli piace pensare che è il suo sposo, da quel pellegrinaggio ha approfondito il suo percorso spirituale anche praticando il culto della Divina Misericordia e della Divina Volontà. Vive nel mondo, tra i giovani della sua età testimoniando il Risorto attraverso il sorriso e la serenità che lo caratterizzano anche nelle minime cose. Collabora con Cristiani Today curando la rubrica settimanale “In cammino con i Santi”.