I sogni e le ambizioni “a volte” sono legati da un filo sottilissimo col maligno

pixabay

Chi è quell’essere umano (uomo o donna) che non ha sogni, ambizioni, obiettivi da realizzare?

Ognuno di noi abbiamo un sogno nel cassetto, un sogno che custodiamo da quando eravamo piccolini, ognuno di noi ha una passione, un hobby, degli “idoli”. E tutto questo non è sbagliato ma … potrebbe diventare una strada pericolosissima quando pian piano, il male inizia ad insinuarsi nella mente del sognatore.

Il male le studia tutte! In che modo?

Facciamo l’esempio di un ragazzo a cui piace il calcio. Ad un certo punto della sua vita si sposa, mette su famiglia, trova un lavoro ma da un giorno all’altro il sogno, l’ambizione bussa alla sua porta e gli dice: “Sono disposto a farti sognare!” e così una squadra nazionale è disposta ad assumerlo. Per lui si prepara un enorme scalata al successo, soldi, popolarità …

Quel ragazzo impazzisce dalla gioia, finalmente non è più lui ad inseguire il sogno ma è il sogno ad inseguire lui.

Però come farà? Lui ha famiglia, ha un lavoro, ha intrapreso una vocazione che è quella del matrimonio.

Deciderà di seguire il sogno o di restare con i piedi per terra nel posto in cui il Signore lo ha chiamato?

Il ragazzo penserà “ma si, posso seguire entrambi le cose” ed è lì che accetta una sfida col male! Tenere fede alla sua vocazione ma allo stesso tempo combattere ogni giorno affinchè il suo sogno (giostrato dalle tentazioni della vanagloria, del successo, delle ambizioni) non prenda il sopravvento sulla sua vita e su quella dei suoi cari. Ecco il male, il demonio che sfrutta le nostre stesse passioni per farci cadere.

Leggi di più:  Don Fabio Rosini ci insegna a distinguere le ispirazioni di Dio dalle suggestioni demoniache

Ci conosce, sa cosa ci piace, sa cosa ci fa sognare, e sa che sfruttando certe occasioni ci metterà in difficoltà e ci costringerà a scegliere.

In quel caso cosa fare? Bisogna pregare tantissimo lo Spirito Santo ogni santo giorno della nostra vita, della nostra giornata affinchè ci apra sempre gli occhi e ci faccia vedere oltre le apparenze e i sogni, affinchè ci faccia vedere con gli occhi di Cristo e ci faccia pensare con la parola del Vangelo.

Bisogna sognare è vero e bisogna anche realizzare i propri sogni ma se questi sogni poi vogliono allontanarci dalla nostra missione ….. bisogna anche saper chiudere la porta e rifiutare con dolore, forse, ma con vittoria!

Articolo precedenteI social ed il loro narcisismo
Articolo successivoI diritti umani su Radio Onda UER
Rita Sberna (Presidente)è nata nel 1989 a Catania. Nel 2012 ha prestato servizio di volontariato presso una radio sancataldese “Radio Amore”, lì nasce la trasmissione da lei condotta “Testimonianze di Fede”.Continua a condurre “Testimonianze di Fede” per la radio web di Don Roberto Fiscer “Radio Fra le note” con sede a Genova e per Cristiani Today in diretta Live.Nel 2014 ha scritto per il settimanale nazionale “Miracoli” e il mensile “Maria”.Nel 2013 esce il suo primo libro “Medjugorje l’amore di Maria” dedicato alla Regina della Pace e nel 2017 con l’associazione Cristiani Today pubblica il suo secondo libro “Il coraggio di aver Fede”. Inoltre su Cristiani Today scrive vari articoli legati alla cristianità e cura la conduzione web dei programmi Testimonianze di Fede e di Cristiani Today live.