Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa

08 SETTEMBRE 2021 MERCOLEDÌ

NATIVITÀ DELLA BEATA VERGINE MARIA – FESTA

Mt 1,1-16.18-23

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.

Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.

Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giosafat, Giosafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Acaz, Acaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.

Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.

Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».

Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa Dio con noi.

Commento:

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

La Natività di Maria è il sorriso di Dio per il mondo.

***

Quanto amore ha per noi il Padre!

Lo possiamo misurare per il fatto di averci inviato il Figlio, affinché morendo e risorgendo, ci ridonasse la vita. Ma Dio è cerimonioso e ha voluto circondare la missione del Verbo in mezzo a noi, con tutti gli ornamenti convenienti per così sublime e magno evento.

In questo quadro possiamo affermare che la Natività di Maria, splendida aurora del Sole di Giustizia, è il sorriso del Padre al mondo, che voleva redimere.

Far comparire sulla faccia della terra una creatura così pura, santa e dolce, non può essere interpretato in altro senso. La gioia della salvezza, attesa dai giusti dell’Antico Testamento, si incrementò sostanzialmente nel momento della comparsa di Maria sullo scenario del mondo.

Quella bambina tenera, immacolata e innocente calpestava la testa altèra del drago e stimolava la virtù dei buoni con una ventata di aria fresca e profumata, capace di rinvigorire i deboli, e di allietare i tristi.

Rendiamo grazie al Padre, Dio di ogni Consolazione, per la grazia enorme che ci concedette nel momento tra tutti bello e benedetto in cui la Santissima Vergine Maria si fece presente e visibile tra noi. Lei è il sorriso del Padre al mondo stanco e scoraggiato, Lei è il sorriso del Padre per ognuno di noi suoi amati figli.