State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro

abbraccio, amore, Dio, uomo, apertura
pixabay.com

16 GIUGNO 2021

MERCOLEDÌ DELLA XI SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO DISPARI)

Santi Quirico e Giulitta, Martiri

Mt 6, 1-6.16-18

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.

Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profumati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Commento:

Leggi di più:  Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate

La purezza del cuore è la chiave della santificazione di un anima.

***

Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Quando ascoltiamo questa beatitudine subito pensiamo alla castità ed è più che giusto. La castità di corpo e di mente (fantasia, immaginazione, ecc.) è “conditio sine qua non” per poter diventare puri di cuore.

Esiste, però, una forma di castità ancor più perfetta – anche se presuppone l’aver sconfitto la lussuria – che è la purezza del cuore, cioè, l’avere in tutte le nostre azioni, anche in quelle più nobili come siano l’elemosina, il digiuno e la preghiera, la retta intenzione di rendere gloria a Dio e solo a Dio. Questo è il desiderio di Gesù, che siamo casti di corpo e di cuore, ossia, puri e umili, come Lui stesso è.

Dunque nel nostro operato ricordiamo sempre di offrire tutto per Gesù, senza curarci dell’opinione favorevole o contraria dei nostri coetanei, amici o familiari. Basta che facciamo quel che dobbiamo fare, ossia, il bene. E che lo realizziamo nella verità, perché senza di essa niente è veramente buono. E il tutto lo facciamo con quella prontezza e facilità che caratterizza l’amore, nella discrezione e nell’umiltà, perché solo Dio lo veda e si rallegri.

La Santissima Vergine Maria, modello di castità perfetta, ci conceda grazia e saggezza per agire sempre e solo per Dio.