Il 2 aprile San Giovanni Paolo II, tornava alla casa del Padre

Il 2 aprile San Giovanni Paolo II, tornava alla casa del Padre

Gisotti fa notare a Mons Paglia che di tanto in tanto alcuni esperti di vario genere si concentrano sulle presunte discontinuità tra Wojtyla e Bergoglio. Poi vediamo per esempio, invece, che nella gente, nel popolo di Dio, queste due figure si sono sentite molto vicine . Mons Paglia risponde dicendo:

Io inviterei tutti noi a guardare questo sensus fidei fidelium: il popolo di Dio ha colto il rapporto tra questi due Papi, ovviamente diversi tra loro. Dico questo anche perché ci troviamo nell’anniversario dell’Amoris Laetitia. Il senso dei fedeli – e l’ho potuto constatare girando in tante parti del modo – ha accolto questo documento con entusiasmo, così come aveva accolto con entusiasmo l’insegnamento sulla famiglia di San Giovanni Paolo II e di Papa Benedetto. Ma c’è una crescita che il popolo ha capito, così come c’è, anche qui, una crescita dei due grandi territorio del dialogo ecumenico e del dialogo interreligioso: c’è l’attenzione verso i più poveri. Ricordo personalmente, dopo il primo viaggio in Brasile di San Giovanni Paolo II, l’impressione che lui confidò alla Comunità di Sant’Egidio, l’impressione nel vedere le grandi periferie delle città brasiliane piene di poveri. E lui in quell’occasione disse: “É questo quello che il Concilio chiedeva: la Chiesa che sceglie tutti, ma particolarmente i più poveri”.

Rita Sberna

 

 

Leggi di più:  Ridere e riflettere sulla vita: l'eredità di Alberto Sordi nel suo centenario