I poteri di satana

I poteri del male

 

Sappiamo tutti che il demonio è in grado di dare all’uomo dei poteri molto potenti, i poteri del demonio non sono doni o carismi che diversamente vengono dati dallo Spirito Santo per il bene delle anime, ma bensì sono poteri malefici che apparentemente sembrano creare un giovamento alla vita dell’uomo ed invece sono soltanto un inganno per condurre l’uomo alla perdizione più totale.

Ecco in merito a ciò cosa diceva il grande Don Gabriele Amorth:

“Ve ne è una lista interminabile. Alcuni poteri sono chiaramente di origine diabolica; altri necessitano di un discernimento. Una prima tipologia di poteri sono la diretta conseguenza della “vendita” della propria anima al diavolo e della nuova identità di satanisti che si adotta con la propria consacrazione a lui: ricchezza, sesso a volontà, potere sconfinato. Ma, come dicevo, si tratta di false illusioni: poco dopo subentrano sempre sofferenze indicibili, segno che il diavolo ti ha “fregato” perché l’unico motivo per cui lo fa è quello di renderti schiavo e rovinare la tua vita e il tuo destino eterno.

Vi è poi una tipologia di poteri che non necessariamente sono da farsi risalire all’insana decisione di consacrarsi al diavolo ma che possono arrivare come conseguenza, ad esempio, di riti magici – malefici, fatture, sortilegi, eccetera – fatti contro una persona. Tra questi enumero, ad esempio, la preveggenza, cioè la capacità di prevedere accadimenti futuri, e i fenomeni di scrittura automatica, cioè la situazione di taluno che, trovandosi di fronte a un foglio bianco e a una penna, si sente “ispirato” a scrivere intere paginate di messaggi. Altre volte possono sentirsi “voci”, che suggeriscono preghiere o maledizioni, o avere visioni o, ancora, ci si può sentire sfiorati o taccati da entità spirituali. In altri casi si possono vivere fenomeni di bilocazione, per cui la persona ha la sensazione di potersi sdoppiare ed esser contemporaneamente in più luoghi; ancora, si può essere in grado di leggere nel pensiero delle persone o di alleviarne i dolori con il proprio tocco. Tendenzialmente, fino a prova contraria, sono molto sospettoso verso questi fenomeni e tendo a collocarli piuttosto nella sfera del diabolico che del divino.”

Capita spesso di avere a che fare con persone che hanno dei poteri o dei carismi, il ruolo della persona stessa che ne è toccata e del sacerdote è fondamentale proprio per capirne l’origine. Vengono da Dio o dal maligno?

Ecco cosa consigliava Don Amorth:

“Quello che raccomando è, in primo luogo, di non dar mai retta a queste voci, a queste visioni o a queste ispirazioni interiori e a rifiutare ognuno di questi poteri, magari invocando la Vergine con una bella “Ave o Maria”. Consiglio poi di sottoporsi al prudente discernimento di un padre spirituale, che mastichi di questa materia. In caso di persistenza dei fenomeni ci si può sottoporre a esorcismi e a preghiere di liberazione per verificare che a questi poteri non sia associato, come sovente accade, un male malefico: possessione, ossessione, eccetera. Mai e dico mai consiglio di sentirsi dei privilegiati e di usare di questi poteri: sarebbe come dire di “sì” a Satana.”

Rita Sberna