Padre Jozo Zovko: Il Digiuno contro le schiavitù

Foto di Selling of my photos with StockAgencies is not permitted da Pixabay

Dio ha creato tutte le altre creature e le ha sottomesse all’uomo; però l’uomo ne è diventato schiavo. Siamo dipendenti da tante cose: dal cibo, dall’alcool, dalla droga, eccetera. Quando siamo inquinati dall’odio nessuno può persuaderti a cambiare, deve intervenire la grazia perché tu possa superare satana, come Cristo nel deserto.

Non è possibile che intervenga la grazia se non si fa sacrificio. Possiamo fare a meno di tante cose; si può vivere senza le case, come è avvenuto per tanti nella guerra a Mostar e a Sarajevo. In un secondo, quella gente non ha più avuto le case. Tutto è effimero: dobbiamo poggiare la nostra sicurezza solo in Cristo: Ecco il mio Corpo per voi, ecco il mio nutrimento, l’Eucaristia. La Madonna aveva predetto dieci anni prima la guerra e aveva detto: “Potete evitarla con la preghiera e il digiuno”. Il mondo non ha avuto fiducia nelle apparizioni di Medjugorje e la guerra è scoppiata.

La Madonna dice: Pregate e digiunate perché i tempi sono cattivi. Molti dicono che non è vero. Ma come non è vero? Noi oggi vediamo la guerra, ma guardate: peggiore è quella guerra che si chiama ateismo, materialismo. Cosa pensi di una mamma che accetta di sopprimere il figlio, di un medico che accetta di praticare l’aborto? E sono migliaia! Tu non puoi dire che solo in Bosnia c’è la guerra, in Europa c’è la guerra e dappertutto perché non c’è l’amore; nella famiglia distrutta e separata c’è la guerra. Per questo è importante fare digiuno, per vedere come satana costruisce le false strade per fuorviarci dal bene.

Leggi di più:  Le origini di Medjugorje

Oggi fra Jozo ci racconta la grande grazia che tutta la parrocchia ricevette durante il primo digiuno: il desiderio di Confessarsi.

Un giorno Jakov venne nella Chiesa e mi disse che aveva un messaggio della Madonna. Io gli ho risposto di aspettare la fine della Messa. Al termine l’ho messo sull’Altare e lui ha detto: “La Madonna ha chiesto di fare digiuno”. Era Mercoledì.

Io ho chiesto ai parrocchiani se avevano capito bene il messaggio e ho proposto di fare digiuno il giovedì, venerdì e sabato seguenti. Alcuni protestavano che era poco. In quei giorni nessuno ha sentito la fame, tutti i parrocchiani sentivano solo amore verso la Madonna. Il venerdì pomeriggio migliaia di fedeli hanno chiesto di confessarsi. Oltre cento Sacerdoti hanno confessato per tutto il pomeriggio e per tutta la notte. E’ stato bellissimo. Dopo quel giorno abbiamo cominciato a fare digiuno il mercoledì e il venerdì.