Preghiera per liberarsi dalla tentazione di giudicare e condannare gli altri

foto da pixabay

Signore mio, voglio inscrivere nella mia vita le leggi del tuo amore, perché il mio cuore possa muoversi solo in una direzione: giustizia, equità, solidarietà, perdono, amore e misericordia.

Devo essere grato per tutti i talenti che mi hai dato per essere un tuo fedele imitatore, per avere il tuo Spirito, per essere un vero portatore della tua bontà, compassionevole, che non giudica e non condanna, che perdona sempre e dona a piene mani.

Non permettere che cada nella tentazione di giudicare e criticare i miei fratelli. Anch’io sbaglio e cado. Insegnami a scoprire negli altri il meglio di ciascuno, le sue virtù e le sue buone azioni.

Aiutami, Signore, a dimenticare prontamente tutto quando vengo offeso. Allontana da me ogni sentimento negativo e di rancore, ogni emozione negativa accumulata nel mio cuore che suscita risentimento e desideri cattivi.

Dio mio, voglio amare come ami Tu, perdonare come perdoni Tu. Voglio che mi aiuti con luce del tuo Santo Spirito a farlo.

Liberami dal giudizio, dal guardare le azioni altrui con superbia e prepotenza, e fammi invece vedere la miseria dentro di me, fammi vedere che anch’io sono afflitto dagli errori e li commetto spesso.

Donami la capacità di perdonare le persone che mi feriscono. Tocca il mio cuore perché sia sempre disposto ad amare con libertà, senza pregiudizi, ad essere una persona allegra, felice, che costruisce un futuro migliore in base alle tue leggi di vita.
Confido nella tua benedizione e nel tuo amore che in questo momento effondi su di me e mi aiuta a cambiare quegli atteggiamenti negativi per affrontare le sfide di ogni giorno.

Grazie per il tuo amore e per la tua compagnia, che mi fanno sperimentare la tua potente Verità che riempie la mia vita e il mio cuore d’amore e della tua misericordia, che mi libera dai cattivi pensieri nei confronti degli altri, dalle critiche e dai giudizi che do alla leggera.

Leggi di più:  Preghiera per liberare 33 anime del purgatorio il Venerdi Santo

Vieni, Signore, e soffia con la forza del tuo Spirito per riempirmi di umiltà, mansuetudine e carità.

Amen.