“Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura”

Illustrazioni Vangelo Cristian Nencioni

25 GENNAIO 2021 – LUNEDÌ

CONVERSIONE DI SAN PAOLO APOSTOLO – FESTA

Mc 16,15-18

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».

Commento:

La conversione di San Paolo è uno degli eventi più forti dopo la risurrezione del Signore, poiché operare il cambiamento di una volontà ferrea è un miracolo potentissimo. Ma il Signore può trasformare anche noi!

***

San Paolo era un uomo determinato, ostinato, focoso, pieno di odio. E Gesù ha scelto giusto Lui per farlo diventare l’Apostolo per antonomasia, il predicatore convincentissimo, il testimone efficacissimo della buona nuova.

A Lui il Signore concesse una grazia efficace di altissimo calibro, in modo tale che difficilmente poteva essere ricusata. La volontà del Signore ha scelto Saulo di Tarso, il fariseo accanito, per farlo diventare Paulo, servo di Gesù. E mediante Lui, per le sue sofferenze ed il suo apostolato, ha convertito i pagani alla vera fede, diffondendo  il cattolicesimo in tutto il mondo

Tale grazia, comunicata a San Paolo con la forza del fulmine, fu concessa in vista della potenza della Croce del Signore, ma vi concorse, anche, il perdono accordato a Saulo da Santo Stefano e, con ogni sicurezza, ebbero un peso specifico enorme le preghiere della Vergine Maria.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Un giro di 180 gradi si produsse nella vita del giovane fariseo, trasformandolo tutto di un colpo, nell’ardente amante della Croce di Gesù, nell’annunciatore convinto e instancabile della risurrezione. In lui si avverarono i segni distintivi dei veri discepoli, preannunciati dal Signore, sigillando con la marca dell’autenticità il suo immenso e ammirabile operato.

In questa festa dobbiamo chiedere al Signore, per le preghiere di Maria Vergine, grazie somiglianti a queste per noi e per il mondo. Per noi affinché siano sradicati i nostri difetti e la nostra carità diventi incandescente come quella di San Paolo. Per il mondo, povero mondo, talmente perso, perché ritrovi la vera strada, la strada della salvezza, che passa attraverso la fedeltà alle promesse battesimali.

Crediamo nella potenza della Croce e nell’abbagliante folgore della Risurrezione e supplichiamo con ardore tanta grazia per cambiare noi stessi e il mondo. Nostro Signore ci ascolterà se intercede la Madre di Misericordia.