In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà

15 MAGGIO 2021

SABATO DELLA VI SETTIMANA DI PASQUA

Sant’ Isidoro l’agricoltore, laico

Gv 16,23b-28

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà.

Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena.

Queste cose ve le ho dette in modo velato, ma viene l’ora in cui non vi parlerò più in modo velato e apertamente vi parlerò del Padre. In quel giorno chiederete nel mio nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso infatti vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio.

Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo e vado al Padre».

Commento:

Rivelare il Padre è la meta prefissatasi da Gesù. Fare di Suo Padre anche nostro Padre. E noi? Lo amiamo?

***

Conoscere ed amare il Padre, ricorrere a Lui nel nome del Figlio, sapere quanto siamo amati dal Padre, sono tutti compiti dei discepoli di Gesù, che dobbiamo anche noi adempiere prima del nostro ultimo traguardo.

E come lo si fa? Nella preghiera. Se abbiamo fede in Gesù e crediamo che Lui è il Figlio di Dio incarnato nel seno purissimo di Maria, possiamo far ricorso al Padre con la certezza di essere esauditi, soprattutto quando chiediamo il dono dello Spirito Santo, che Lui non ricusa a chi glielo chiede con fede, umiltà e insistenza.

Pregare nel nome di Gesù, con gran fede, ecco la strada che ci porta a sperimentare l’amore del Padre nei nostri confronti: “In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà. Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena”.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Adoperiamoci a seguire questo comando di Gesù, che è il più dolce e piacevole, poiché conoscere l’amore del Padre Eterno per i suoi figli, per coloro che hanno creduto in Cristo, è la cosa più sublime, più confortante, più bella al mondo.

La Santissima Vergine Maria, figlia diletta del Padre, ci accompagni e ci guidi per la strada dell’amore tenero e fiducioso al Padre, anche in mezzo alle prove e alle difficoltà.