L’esorcismo di Padre Pio alla giovane Agnese Salomoni

0
68

Il grande esorcista Don Gabriele Amorth era legato alla figura di Padre Pio da Pietrelcina, lo ha conosciuto ed incontrato più volte, la prima nel 1942.

Padre Pio è stato per molti anni vessato dal demonio, lo minacciava, lo percuoteva, lo disturbava la notte ma per mezzo di Cristo, era capace di vincerlo, ecco perchè Padre Pio lo scacciava anche nelle anime dei posseduti.

Un giorno da lui venne portata una giovane ragazzina Agnese Salomoni, era solo una ragazza di 14 anni parrocchiana di Don Faustino Negrini, anziano sacerdote, già rettore del santuario mariano della Stella, a Concesio, dove è nato Paolo VI, ed esorcista.

Per tredici anni la ragazza ricevette vari esorcismi ma solo all’età di 27 anni fu definitivamente liberata.

Durante quel lungo periodo una volta Don Faustino la portò anche da Padre Pio. Fecero un viaggio in automobile da Torbole Casaglia a San Giovanni Rotondo, e fu un viaggio pessimo». L’auto, apparentemente in buone condizioni dava in continuazione problemi. Alla fine, dopo quel viaggio disastroso, arrivarono da Padre Pio.

«Il demonio aveva una paura tremenda di Padre Pio. Paura, sempre. però una volta arrivati lì, don Faustino presentò la ragazza a Padre Pio, che si limitò a darle una benedizione; e non accadde nulla. E allora, il demonio felice, durante il ritorno, un ritorno trionfale, senza nessun intoppo, e il demonio faceva le corna verso Padre Pio, come a dire: gliel’ho fatta».

Comunque come accadeva spesso a Padre Amorth, anche Padre Pio non riusciva sempre a liberare le anime dei posseduti perchè è chiaro, che il Signore ha dei suoi disegni.

Però Padre Pio come anche Padre Amorth, aveva una percezione particolare, intuiva se una persona indemoniata fosse o no matura per essere liberata. Lo sapeva. Aveva proprio il dono del discernimento. Per cui capiva quella che era la situazione. Magari dava una benedizione, e la persona rimaneva tale e quale. Non succedeva niente».

Insomma alla fine però dopo 13 anni Agnese è riuscita a sbarazzarsi della presenza del maligno dentro di lei.

Rita Sberna


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here