L’uso dell’acqua benedetta in suffragio dei defunti

Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà Giovanni 11:25

L'uso dell'acqua benedetta in suffragio dei defunti

Oggi 2 novembre la Chiesa commemora i fedeli defunti.

A tal proposito, approfittando del fatto che il mese di novembre è offerto dalla pietà popolare interamente al suffragio dei defunti, si riporta quanto pubblicato sul sito http://esorcismo.altervista.org/acqua_benedetta.htm a proposito dell’acqua benedetta usata in suffragio delle Anime Sante del Purgatorio.

Può essere benedetta solo da un sacerdote con alcune speciali preghiere e con l’infondere un po’ di sale benedetto.Serve per fare aspersioni per benedire cose, luoghi e persone. Abbi sempre in casa tua I’acquasantiera ben prov­vista. Fra tanta voga di acque profumate e medicinali si è dimenticata l’Acqua benedetta. Fra tante boccette che ingombrano le camere non vi si trova più la boccetta dell’Acqua Santa. L’uso di essa nella Chiesa è antichissimo e la storia ci dimostra la sua grande efficacia specialmente contro il demonio. I due ossessi di IlIfurt, quando veniva loro presentato un cibo nel quale fosse stata messa anche una sola goccia d’acqua benedetta, davano in smanie e non era possibile farglielo mangiare. Per quello speciale potere che il demonio ha acquistato su tutta la natura per causa del peccato, la Chiesa usa benedire con l’Acqua Santa tutto ciò che è destinato al culto, anzi anche ciò che è destinato agli usi comuni della vita. La poca stima e quindi la poca efficacia delle benedizioni dipende dalla poca fede di chi le riceve e anche di chi le dà.