Il Papa da un consiglio: quello di non convincere un non credente

papa Francesco
pixabay.com

Quando ci troviamo davanti ad una persona non credente ovvero che non crede nella presenza di Dio, il Papa ci raccomanda: «Davanti a un non credente l’ultima cosa che devo fare è cercare di convincerlo. Mai». 

Il Papa nel libro Ti auguro il sorriso per tornare alla gioia (edito da Libreria pienogiorno in collaborazione con l’Editrice Vaticana) parla dei non credenti «L’ultima cosa che devo fare è parlare – Devo vivere coerente con la mia fede. E sarà la mia testimonianza a risvegliare la curiosità dell’altro che dice: “Ma perché tu fai questo?”.E allora sì, posso parlare. Ma mai, mai si porta il Vangelo con proselitismo».

Inoltre il Papa ci tiene a dire che la Chesa non cresce con il proselitismo e chi fa proselitismo non è vero discepolo di Gesù.  Benedetto XVI disse che la Chiesa cresce con la testimonianza e l’attrazione.

Leggi di più:  "Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie"