La storia della prima Messa celebrata in Australia

Foto di hudsoncrafted da Pixabay

Padre James Dixon, il sacerdote che portò per la prima volta l’Eucarestia in un paese in cui il cattolicesimo era illegale

Padre James Dixon, fu il sacerdote che celebrò la prima Messa in Australia, un Paese anticattolico dove il cattolicesimo era considerato un illegalità.

Padre James venne condannato ingiustamente. James nasce nel 1758 in una famiglia facoltosa nella contea di Wexford, in Irlanda. Da subito venne educato da un parroco e frequentò il seminario di Salamanca e di Lovanio.

Dopo gli studi tornò in Irlanda per ricoprire l’incarico di curato di Crossabeg , nella contea di Wexford e non avrebbe mai immaginato quello che da lì a poco sarebbe successo nella sua vita.

Tutto cambiò nel 1798. Proprio in quell’anno scoppiò una ribellione a Dublino e nei dintorni. I cattolici e i protestanti si unirono per opporsi alla tirannia del dominio britannico in Irlanda.

Si chiamarono United Irishmen (Irlandesi Uniti), e dichiararono una lotta senza confini contro i britannici.

Una delle battaglie che ebbe luogo a Wexford fu quella di Tubberneering, vicino al villaggio di Padre Dixon. I ribelli vennero sconfitti e Padre James fu arrestato con l’accusa di aver preso parte ai combattimenti.

Secondo il Vescovo dell’epoca, Padre Dixon venne probabilmente scambiato per suo fratello Nicholas che giocò un ruolo attivo nella ribellione del 1798.

Padre Dixon fu condotto a morte e fu inviato a Botany Bay per il resto della sua vita.

Quando il sacerdote arrivò a Botany Bay, il cattolicesimo era illegale ma nonostante ciò, vi era una popolazione cattolica in crescita, infatti circa un decimo dei galeotti che arrivarono sulla Prima Flotta erano cattolici irlandesi.

Leggi di più:  Cardinale Becciu "Le autorità non sono autorizzate ad interrompere la Messa"

Dopo la sollevazione del 1798, c’erano ancora più galeotti cattolici che stavano diventando irrequieti. Per tale motivo, il governatore dell’epoca concordò di celebrare la Messa nella colonia. Così dopo i permessi di Roma, il governatore andò dal sacerdote Padre James Dixon.

La prima Messa in Australia

Venne celebrata a Sydney il 15 maggio 1803 e non essendoci più disponibilità economiche, i paramenti vennero realizzati con delle vecchie tende, e venne costruito un calice di latta.

Ma la gioia dei cattolici australiani fu di breve durata.

Dopo poco meno di un anno, tra i galeotti di Sydney, scoppiò una rivolta; venne dichiarata la legge marziale e la ribellione venne soppressa rapidamente e brutalmente.

Il governatore mise fuori legge il cattolicesimo e revocò il diritto di Padre James di agire come sacerdote cattolico, costringendo tutti i galeotti inclusi quelli cattolici, ad assistere ai servizi religiosi anglicani.

Padre James anche se non potette più celebrare la Messa pubblicamente, continuava a battezzare, a celebrare matrimoni e a seppellire i suoi parrocchiani cattolici, tutto questo nel segreto.

Alla fine la sua buona condotta venne riconosciuta. Fu rilasciato e tornò in Irlanda nel 1808, morendo nella sua Wexford natia nel 1840.

Rita Sberna

 

 

 

Articolo precedenteScintilla di luce della Parola
Articolo successivoPreghiera per il dono della salute
Avatar
Rita Sberna (Presidente)è nata nel 1989 a Catania. Nel 2012 ha prestato servizio di volontariato presso una radio sancataldese “Radio Amore”, lì nasce la trasmissione da lei condotta “Testimonianze di Fede”.Continua a condurre “Testimonianze di Fede” per la radio web di Don Roberto Fiscer “Radio Fra le note” con sede a Genova e per Cristiani Today in diretta Live.Nel 2014 ha scritto per il settimanale nazionale “Miracoli” e il mensile “Maria”.Nel 2013 esce il suo primo libro “Medjugorje l’amore di Maria” dedicato alla Regina della Pace e nel 2017 con l’associazione Cristiani Today pubblica il suo secondo libro “Il coraggio di aver Fede”. Inoltre su Cristiani Today scrive vari articoli legati alla cristianità e cura la conduzione web dei programmi Testimonianze di Fede e di Cristiani Today live.