La storia di Rosanna Giannini che nel 1980 partorì 6 gemelli

foto fonte La Stampa

I gemelli Giannini divennero un caso mediatico tantè che in Italia diventarono famosi con l’appellativo di “Gemelli d’Italia”. Si chiamano Linda, Roberto, Francesco, Fabrizio, Letizia e Giorgio e la loro nascita è avvenuta l’11 gennaio del 1980.

All’epoca fu il primo caso  di parto plurigemellare in tutta Europa dove i gemelli nacquero tutti vivi, i gemelli sono stati concepiti dopo una serie di trattamenti ormonali che mamma Rosanna fece ed entrò in menopausa all’età di 29 anni, una menopausa molto precoce.

Hanno riempito le copertine di tanti giornali e sono stati poi ingaggiati per la pubblicità del Dixan.

“E’ stata dura crescerli – ha aggiunto la signora Rosanna – e continua a esserlo, perché uno si affanna tutta la vita per dare una posizione a questi figlioli . Li vede crescere, li segue, si sacrifica e poi a trent’anni suonati quando solitamente si ha casa, famiglia un lavoro solido e magari pure qualche figlio, te li ritrovi sempre con un futuro pieno di incertezze. E tutto questo nonostante siano ragazzi in gamba, che a me e a mio marito hanno dato tanta soddisfazione, ma perché oggi così gira il mondo”.

Oggi i coniugi Giannini sono nonni di due nipoti. Rosanna è una maestra in pensione e il marito Franco è stato per tanti anni un impiegato adesso si godono i loro figli che hanno quarant’anni e vivono ad Arezzo.

Leggi di più:  "Ti prego non bestemmiare" così disse un signore ad un imprenditore