La vita di una principessa diventata Santa: Matilde di Germania

Santa Matilde si festeggia il 14 marzo

 Santa Matilde appartiene ad una famiglia principesca, nacque nella Sassonia, i genitori affidarono la propria figlioletta all’abadessa di Erfurt, perché la educasse all’amore e al desiderio delle virtù cristiane.

Matilde fu una bambina obbediente sia ai genitori che alla sua educatrice, e non ritornò in famiglia subito ma dopo aver capito che quella era la volontà di Dio.

Nell’anno 913 giurò fedeltà di sposa al principe Arrigo, figlio di Enrico duca di Sassonia. Fu un matrimonio di grande vantaggio per Matilde perché nel 919, dopo la morte di Corrado re di Germania, suo marito divenne imperatore. La modestia, la sensibilità e l’umiltà del suo animo colpivano tutti coloro che la frequentavano. La Santa visitava sempre gli ammalati e i poveri ma le sue occupazioni reali non le permettevano di occupare il suo tempo come essa desiderava e così nel cuore della notte, mentre nella reggia tutto taceva, essa andava in chiesa e passava ore e ore in contemplazione e in preghiera, in unione con Dio.

Il marito essendo anche cattolico, assecondava le necessità spirituali della moglie.

Come è stato per tutti i santi, il Signore prova la santità attraverso il dolore e la sofferenza e anche per Santa Matilde è stato così.

Per una paralisi cardiaca purtroppo il marito morì e lei rimase vedova. Per Matilde fu un colpo assai doloroso perché lo amava tanto ma anche per le conseguenze che si sarebbero susseguite.  Matilde aveva avuto tre figli: Ottone, Enrico e Brunone. Il primo era stato scelto dal padre come suo successore, ma l’impero di Germania era elettivo, per tale motivo Enrico insorse a contrastare il potere del fratello. La santa prediligeva il secondo figlio, e fra i due principi fratelli scoppiò la guerra.

Leggi di più:  "Mio Figlio e Signore": Maria e il mistero dell'Incarnazione

Il Signore punì la predilezione della santa per il secondogenito e permise che i suoi figli si alleassero contro di lei, spogliandola di ogni potere e la costrinsero a ritirarsi in un monastero.

Dovette sopportare tante sofferenze che le furono causate da persone amate molto da lei ma sopportò tutto per amore di Dio. Alla fine i figli si riconciliarono con lei, riportandola nel suo primitivo stato.

Santa Matilde trascorse i restanti suoi anni tra preghiera e opere di carità. Morì il 14 marzo del 968.

Preghiera a Santa Matilde di Germania

Dio, che con l’umiltà e costanza della tua serva Matilde ci hai insegnato come si giunga al possesso delle vere grandezze, fa’, ti preghiamo, che anche noi ne imitiamo l’esempio e che le cose non ci siano che stimolo per il tuo santo servizio. Amen

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna