L’esorcista Michelini è stato protetto da una legione di demoni grazie al suo angelo custode

foto da pixabay

Il sacerdote modenese chiese al suo angelo custode di proteggerlo anche al momento della morte.

 Monsignor Ottavio Michelini è nato il 14 agosto 1906 ed è morto il 15 ottobre 1979. E’ originario di Mirandola (Modena), era un prete della diocesi di Carpi da sempre considerato un mistico da tutti.

Aveva molte visioni, così nel 1975 decise di iniziare a pubblicare dei libri. Una volta andato in pensione, ha passato i suoi ultimi anni come cappellano presso un’associazione di disabili. Faceva parte del Movimento Sacerdotale Mariano fondato da don Gobbi nel 1973, e a sua volta questo sacerdote riceveva delle locuzioni interiori.

Dal 1975, il sacerdote attesta di aver ricevuto una serie di messaggi da parte di Gesù e di Maria, sotto forma di locuzioni interiori. I messaggi sono stati pubblicati in una serie di volumi dal titolo “Confidenze di Gesù ad un sacerdote“.

Don Ottavio e l’angelo custode

Don Ottavio Michelini aveva un rapporto speciale anche con il suo angelo custode, infatti il 6 aprile 1976, don Ottavio si rivolse all’angelo con queste parole: “Avrei dovuto amarti di più. Provvedi tu, vigile custode e sentinella, a difendermi a proteggermi contro l’assalto dell’infernale nemico e delle sue legioni. Angelo mio custode, fammi sentire la realtà, benefica tua presenza, fammela sentire in vita ed in particolare modo nell’ora della morte. Ora, o amico dell’anima mia, se mi vuoi parlare, parlami. Con la Grazia Divina, mi accingo a presentarti tutta la mia attenzione”.

Gli angeli sono obbedienti a Dio e fanno ogni cosa dopo averne ricevuto il permesso. Infatti, don Ottavio diceva sempre ai suoi figli spirituali di rivolgersi all’angelo custode non con frasi di comando, ma di chiedergli di fare da intermediari con Dio per le proprie necessità.

Leggi di più:  Le possessioni esistono e il diavolo teme Medjugorje. La dichiarazione di un’esorcista

Monsignor Michelini era anche esorcista, il suo biografo padre Lorenzo Sirolli scrive ciò che succedeva durante gli esorcismi e con l’autorizzazione dell’Ordinario del luogo erano “pubblici”.

Mons. Michelini e il demonio

Michelini diceva che nei giorni precedenti all’esorcismo fissato con il posseduto, i demoni dello stesso posseduto lo disturbavano. Il sacerdote riteneva l’esorcismo una grande forma di carità per liberare l’anima dal peccato e dall’influsso diabolico.

Una delle preghiere che don Michelini utilizzava durante gli esorcismi era questa che gli era stata suggerita proprio da Gesù: per i tre chiodi che tennero conflitto in croce Gesù, per le cinque piaghe da cui uscì il Suo Sangue preziosissimo, per le sette spade che trafissero il Cuore Immacolato di Maria SS.ma”.

Monsignor Ottavio Michelini è stato un grande mistico molto amato da Gesù e da Maria, con il suo carisma è riuscito a liberare molte anime dall’azione del demonio.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.