La punizione di uno studente: stare in piedi in classe perchè crede in Dio

Foto di Markus Winkler da Pixabay

E’ successo a Pechino, ad un giovane adolescente cattolico, di nome Xiaoyu che per un mese è stato costretto a stare in classe in piedi, semplicemente perchè crede in Dio e perchè ha risposto al suo insegnante ateo che voleva convincerlo della teoria dell’evoluzione.

La testimonianza è stata inviata ad Asia News, da padre Stanislaus, sacerdote del Nord-est della Cina, è anonima per rispetto al giovane e all’insegnante. E’ una vicenda che fa capire ciò che avviene in Cina, vogliono eliminare la fede nei giovani e in tutti coloro che vogliono professarla.

Alzati in piedi!

Sono rimasto sorpreso, ma anche commosso Quando un fedele mi ha parlato di suo figlio. In classe il professore aveva dichiarato: “La Bibbia dice che l’uomo è stato creato da Dio, questa affermazione è sbagliata. Dio non esiste, l’uomo si è evoluto dalle scimmie, ne sono la prova la Teoria dell’evoluzione di Darwin e gli antropoidi fossili…”.

Dopodiché, il professore chiede a Xiaoyu e lui risponde: “Professore, non ho capito. Come fa la Teoria dell’evoluzione a dimostrare la non esistenza di Dio? Anche se l’uomo si è evoluto dalle scimmie, loro [le scimmie] da dove vengono? Come si può dimostrare che non sono state create da Dio? Com’è l’inizio di tutta l’esistenza? …”

Xiaoyu e il professore hanno discusso per tutta la lezione, lasciando i compagni di stucco. Dopo la lezione, i suoi compagni sono andati a chiedere a Xiaoyu: “Cosa ti è successo, Xiaoyu? Come osi? …”

Alla seguente lezione di politica, il professore chiede di nuovo a Xiaoyu: “Hai capito?”

Xiaoyu risponde: “No, non ho capito”.

“Allora alzati in piedi!”

Leggi di più:  Cristian Nencioni “L’illustratore di Dio”

Alla seguente lezione, il professore chiede di nuovo, e Xiaoyu dice: “Professore, è meglio che rimanga direttamente in piedi.”

A quella ancora seguente: “Professore, rimango in piedi.”

Una volta tornato a casa, Xiaoyu chiede a sua madre: “Mamma, cosa devo fare? Non conosco tante cose, ma ho sentito il mio professore dire che Dio non esiste, e la mia testa sta per esplodere. Non riesco a studiare così: sono stato in piedi già per un intero mese”.

Questo fedele mi ha chiesto: “Cosa facciamo? Non facciamo studiare più questa materia?”

Io ho detto: “Studiare, bisogna continuare a studiare. La teoria è solo teoria, basta ricordare la loro risposta. È possibile rispondere da un aspetto più oggettivo. Ad esempio: quale è la base teorica della Teoria dell’evoluzione di Darwin? Come descrivere l’attuale teoria del Big Bang sull’origine dell’universo? ecc…. Tutto ciò non significa negare la fede”.

Questo fedele dice: “Ma il professore sta trasmettendo loro delle verità che crede lui, e non ammette dubbi.”

Ho detto: “Non c’è nulla da fare. Questo è l’ambiente in cui viviamo; si può solo rimanere attaccati alla propria fede, ma non bisogna neanche creare discussioni frontali. Cerca di non creare problemi allo studio”.

Sappiamo molto di teorie e discussioni riguardanti l’esistenza di Dio, ma oggi è proprio un ragazzo che lancia direttamente la sfida e ci mette in prova! Il coraggio è l’unica cosa che lui possiede, ed è ancora in piedi!