Vedere il male ovunque diventa una vera ossessione diabolica

Gli eventi e le situazioni della vita, a volte ci portano a scontrarci col male, quel male che ti viene afflitto senza alcuna motivazione, ma che cammina e s’infiltra in maniera subdola e ingannevole.

Quasi tutti prima o poi, si scontrano con esperienze negative, più o meno gravi che siano. C’è chi è stato vittima anche di vere e proprie fatture e malefici, fatti con squallide e malefiche invocazioni al demonio.

Per grazia di Dio, tante sono state le persone che grazie alla forza dei sacramenti e della preghiera, sono resuscitate da situazioni di disperata cattiveria, architettata per mezzo di un mago o di una persona cattiva munita di pratiche occulte.

Il pericolo una volta usciti da queste situazioni, diventa il fatto di iniziare a vedere il male anche dove non c’è. In questi casi viene meno la fede e la fiducia nell’Onnipotenza di Dio; perchè se il male è potente, Dio è Onnipotente! Bisogna crederci con tutto il cuore!

Ho conosciuto persone vittime di malefici che una volta liberati o quasi, hanno iniziato ad avere un ossessione continua che porta la loro mente alla paura del male, al dubitare di essere ancora prede del nemico, fino al punto da considerare una semplice influenza una malattia malefica.

Qui si cade nell’ossessione diabolica, perchè il nemico comincia ad inquietare la tua anima al punto da metterti ansia e preoccupazioni che non esistono.

Ecco perchè è importante la messa quotidiana, i sacramenti, la recita del Santo Rosario perchè solo con queste armi di amore si può tenere lontano il leone ruggente.

Molti sono stati i Santi torturati dal demonio se pensiamo a San Pio o a Santa Gemma Galgani, eppure riuscivano a combatterlo, proprio perchè avevano piena fiducia nell’onnipotenza di Dio.

Leggi di più:  Quando il card. Ratzinger mise in guardia da magia, occultismo, pranoterapia e yoga

Prendiamo esempio e forza dai Santi, solo così potremo essere dei veri testimoni di Cristo, del suo amore e della sua grazia.