Bimbo miracolato di 10 anni sopravvissuto ad uno spiedino

Foto di Hans Braxmeier da Pixabay

Una famiglia del Missouri ringrazia Dio, per il proprio bambino di 10 anni sopravvissuto ad uno spiedino che per un incidente di percorso, gli si era conficcato sul viso. Lo spiedino era lungo quanto un piede.

I fatti sono andati così- dice  la madre – Mio figlio e i suoi amici, hanno scoperto uno spiedino di carne per barbecue che giaceva sull’erba e lo hanno raccolto in modo che nessuno potesse calpestarlo. Dopo aver chiesto il permesso, hanno continuato a giocare salendo nella casa sull’albero del vicino. All’insaputa di tutti c’era un grande nido in quella casa e quindi uno sciame.”

“Mio figlio e i suoi amici sono stati attaccati dallo sciame ed è caduto sullo spiedino che era rimasto precedentemente nascosto nel terreno. Dopo molte ore di preghiera, il team del KU Med Center gli ha salvato la vita e rimosso lo spiedino dal  viso”, ha spiegato Miller.

Il dottor Koji Ebersole, che ha valutato il percorso dello spiedino in faccia a Xavier presso l’Università del Kansas Hospital, ha spiegato in un video pubblicato sul canale YouTube dell’Università del Kansas Health System di  essere “stupito” di come il ragazzo sia sopravvissuto alla lesione.

“Sono rimasto sorpreso dal fatto che fosse vivo, figuriamoci, sveglio e parlante”, ha detto Ebersole, direttore della neurochirurgia endovascolare dell’ospedale. “Lo spiedino attraverso il viso è arrivato proprio sotto il cranio, fino alla parte posteriore del collo.”

Mancava qualche millimetro e lo spiedino sarebbe arrivato al cervello di Xavier.

“Ma è andato proprio accanto all’arteria vertebrale. Quella traiettoria è essenzialmente una su un milione. Non riesco proprio a crederci”, ha detto Ebersole.

Per fortuna, un team medico di circa 100 persone è stato in grado di rimuovere lo spiedino senza ulteriori lesioni.

“La cosa più impressionante della storia è come questa cosa possa passare così in profondità attraverso quella parte del corpo e non colpire qualcosa di critico”, ha detto Ebersole. “Non so come il bambino possa essere così fortunato.”

La famiglia ha pregato tanto Dio mentre il team medico ha lavorato per ore, per rimuovere lo spiedino in modo sicuro.

“Ho detto: ‘Signore, non mi interessa. So che hai un piano'”, ha detto Miller.

Alla fine dell’intervento il bambino dice: “Tutto ciò che ricordo è ridere, piangere e fare il tifo. Solo il sostegno dei miei amici e della mia famiglia, è stato potente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.