Card. Angelo Amato “Non è facile parlare del diavolo ma bisogna farlo”

Il Cardinale Angelo Amato, durante la conferenza tenutasi all’Ateneo Regina Apostolorum di Roma, in occasione del corso aperto ai laici e sacerdoti organizzato dall’Istituto Sacerdos, ha parlato del ruolo di Maria nella lotta contro Satana.

Il Cardinale spiegando questo tema ha riferito “Non è facile parlare del diavolo, è più facile parlare di Maria e di Gesù ma bisogna parlare anche del nemico!”

Satana nell’apocalisse di Giovanni, è raffigurato come un grande drago, ma lui nemico del creato, non può annullare il compimento del Regno portato da Gesù Cristo che è apparso ed è venuto al mondo, per distruggere le opere del diavolo.

Il Cardinale Amato ha menzionato due date che hanno una totale importanza nella lotta tra il bene e il male. Il 24 maggio del 1987, il grande Giovanni Paolo II recatosi nella grotta di San Michele Arcangelo a Monte Santangelo, presentava San Michele come il grande vincitore dei demoni.

Mentre il 4 settembre del 1988 Karol Wojtyla si recò a Torino (città satanica) ma allo stesso tempo città di grandi santi come San Giovanni Bosco, e a tal proposito il Card. Angelo Amato ha espressamente detto “Dove ci sono i santi c’è anche il demonio”.

Il diavolo che nelle sacre scritture viene chiamato anche padre della mensogna, principe di questo mondo … è malvagio e potente. Organizza la perdizione e la morte ma l’influsso malefico viene vinto dalla potenza della grazia di Dio.

La vittoria sul male è già avvenuta con la morte di Gesù in croce e il diavolo, ancora oggi, si avventa contro Maria (la nuova Eva) e nonostante il suo odio verso la donna non può riuscire ad aggredirla.

Rita Sberna