Contagiosi: una pandemia di speranza

Contagiosi” è il nuovo progetto di Juan Manuel Cotelo e Infinito + 1.

In questo anno 2020, la pandemia ha messo in luce le nostre debolezze e le nostre incertezze….ognuno di noi è stato toccato nel suo profondo….sì, vedere la sofferenza nelle nostre famiglie o intorno a noi ci sconvolge anche perché spesso siamo impotenti davanti a tante croci.

Stiamo vivendo una crisi pandemica sociale, economica, fisica e animica della nostra società (malattia, povertà, suicidi, divorzi, violenza….), in tutto il mondo l’individuo è quotidianamente limitato nelle sue libertà, le sue attività e relazioni sono anche ridotte. Questa spogliazione ci fa prendere coscienza che il mondo necessità di altro rispetto all’autosufficienza e il consumismo sfrenato…il mondo ha bisogno di luce, amore, speranza….il mondo ha bisogno di Dio.

Nella nuova serie, il regista spagnolo Juan Manuel Cotelo vuole toccare l’anima dello spettatore sia credente che no:

“La ricetta non è altro che uscire da se stessi, il che implica guardare agli altri e aprirsi anche a Dio. Quando smetti di pensare ai tuoi problemi, alla tua situazione, al tuo dolore… alla fine guarisci te stesso. E il giorno in cui smetti di risolvere la tua vita da solo, senza contare sull’aiuto di Dio, dimostrerai non solo che Dio esiste, ma che agisce ed è al tuo servizio”. 

Contagiosi uscirà a dicembre su YouTube gratuitamente in versione italiana (si può già vedere il trailer), Francesco Travisi di Infinito + 1 ha gentilmente accettato di farci sapere di più rispondendo alle nostre domande.

Francesco potresti parlarci della produzione Infinito+ 1?

Infinito+1 è nata in Spagna circa 12 anni fa, su ispirazione di Juan Manuel Cotelo. È una casa di produzione cinematografica la cui idea è quella di portare in tutto il mondo la Buona Notizia data da Gesù Cristo 2000 anni fa, ma utilizzando i mezzi audiovisivi. Essendo una piccola realtà, non può fare affidamento sulla distribuzione di massa dei grandi kolossal. Quindi si avvale dell’aiuto diretto di persone di buona volontà, che abbiano a cuore questo progetto di evangelizzazione. Con pazienza e dedizione, grazie a queste persone, i film di Infinito+1 sono arrivati nelle sale cinematografiche di 36 nazioni.

Potresti parlarci della serie “Contagiosi” e come sarà distribuita in Italia?

Il titolo farebbe pensare ad un calcolo spietato di marketing, ma la cosa emblematica è che questa serie è stata concepita molti mesi prima che il Covid-19 diventasse il triste protagonista del 2020. Si tratta di 10 capitoli, che mostrano le storie di persone che hanno iniziato a vivere la loro esperienza di fede in modo “contagioso” appunto, riflettendo la Luce che si scopre dall’incontro con Gesù che è irresistibile. Queste persone si raccontano davanti alle telecamere e descrivono com’era la loro vita prima e dopo l’abbraccio della fede. Sono persone normalissime: una coppia di sposi, una insegnante, un rapper, un tassista… ma in ognuno il tratto comune è lo stesso: Dio li ha contagiati con la Sua Luce e loro vogliono essere strumenti di contagio per gli altri. In Italia, il primo dei 10 capitoli uscirà su YouTube il 19 Dicembre. Il canale ufficiale YouTube è INFINITO PIÙ UNO ITALIA. 

Vorresti dire qualcosa in particolare ai nostri lettori?

Se volete essere portatori di speranza, contagiandovi e contagiando il prossimo con la Luce della fede, vi invito a seguire gli episodi di “CONTAGIOSI” e a condividerli con chi abbia perso l’allegria e si senta solo in questo momento. Come recita il motto di Infinito+1 “MAI, NESSUNO, SOLO”.

 

Leggi di più:  Coronavirus: i polacchi pregano per l’Italia