D’Alessio a Sanremo canta: il ricordo della madre e la fecondazione artificiale

D'Alessio a Sanremo canta: il ricordo della madre e la fecondazione artificiale

Ieri sera il cantante napoletano #GigiDAlessio si è esibito tra i cantanti in gara sul palco dell’Ariston con il suo nuovo brano “La prima stella” dedicato alla madre mentre la compagna Anna Tatangelo e il figlio Andrea, da casa facevano il tifo per lui.

Per chi ha ascoltato le parole della canzone, avrà notato che tocca due argomenti diversi e contrastanti fra loro: l’affetto che Gigi ha per sua madre, quella madre che lo ha partorito e cresciuto … e la possibilità che oggi si dà a tutti, attraverso la fecondazione artificiale “di avere figli senza fare l’amore”.

Due aspetti della canzone che sono opposti tra loro.

All’inizio il brano si apre con il dialogo, la nostalgia di una madre che non c’è più e che non ha potuto vedere i cambiamenti del figlio, le sue rughe, i suoi successi, poi la seconda parte del brano parla della fecondazione aritificiale dicendo in una strofa Adesso un fiore nasce pure senza sole Un figlio può arrivare Anche senza far l’amore”.

IL TESTO:

Leggi di più:  Due gemelle siamesi in Tanzania, entrano all'università