Don Renzo Lavatori ci racconta di “Satana e il Suo esercito”

Don Renzo Lavatori ci racconta di “Satana e il Suo esercito”

Abbiamo delle immagini bellissime che raffigurano gli arcangeli, gli angeli del paradiso … (occhi azzurri, capelli biondi e ricci, luminosissimi e alti) invece gli angeli ribelli in quali sembianze vengono raffigurati?

Hanno sembianze bestiali, a volte vengono rappresentati proprio come dei capri con le corna, alcuni addirittura hanno il corpo da capro e le gambe da uomo.

Vengono rappresentati anche come pipistrelli neri o come figure brutte e perverse con la coda, neri, avvolti di tenebre e morte. Chiaramente le raffigurazioni sono approssimative perché non sappiamo realmente quale aspetto abbia assunto Satana dopo la sua caduta.

In che modo l’uomo può evitare l’influenza di Satana e degli spiriti maligni, nella sua vita?

Certamente l’uomo può evitare l’influenza del nemico attraverso i mezzi che la Chiesa ci offre: prima di tutto la preghiera quotidiana e costante, è solo con la preghiera che entriamo in contatto diretto con Dio e per mezzo di essa teniamo Satana lontano. Il rosario ad esempio è una preghiera fortissima contro il demonio.

Oltre alla preghiera, vi è la penitenza e il digiuno che aiutano soprattutto a vincere le seduzioni carnali; in effetti astenersi dai cibi succulenti fa molto bene al corpo e all’anima. Poi vi sono le benedizioni dei sacerdoti che allontanano le insidie del maligno; sono importanti anche le icone sacre posizionate nelle nostre case perché difendono la casa dalle infestazioni sataniche.

E’ consigliabile portare addosso medaglie benedette, che difendono dagli attacchi di Satana, in particolare la croce di San Benedetto e la Medaglia miracolosa.

Tutti questi mezzi ci consentono di conservare la quiete dell’anima perché l’intento principale del nemico è toglierci la pace nel cuore.

Leggi di più:  Ancora oggi molte persone non credono all'esistenza del male!

Noi dobbiamo invece conservare la pace nel cuore che ci proviene tramite questi “contatti spirituali con Dio” soprattutto attraverso i sacramenti, che ci consentono di accogliere la grazia liberatrice di Cristo che è il grande potente vincitore di Satana. Anche pronunciare con fede e amore il suo stesso nome di Gesù costituisce un’arma fortissima contro il suo nemico accanito e ribelle, ma impotente. La certezza che Cristo ha sconfitto Satana ci riempie di serenità e fiducia: l’amore vince sull’odio e l’egoismo, la verità sulla menzogna e l’inganno, la giustizia sull’ingiustizia, l’onestà sulla corruzione, il bene sul male, in una sola parola: la vita sulla morte.

Servizio di Rita Sberna