Figli di Dio

La Regina della pace a Medjugorje, ci dona la consapevolezza che siamo tutti figli di Dio,

nessun escluso, intendo anche fedeli delle altre confessioni religiose, poiché ogni uomo è stato creato da Dio, per essere protetto e per migliorare la vita umana con i suoi talenti divini.

Se siamo figli di Dio, siamo anime pacifiche, alla continua ricerca del bene e dell’amore fraterno che nel cuore degli uomini non deve mai mancare.

Sismo creature che amano la giustizia, adorano la misericordia, e cercano con l’aiuto di Dio di crearsi un futuro di pace che possa durare in eterno.

In quella terra lontana, che si chiama Medjugorje, entra nel nostro cuore, la santissima attrazione consapevolezza interiore per la verità.

E quando entriamo in contatto con questo meraviglioso pensiero, capiamo che la verità di Dio è la sola via terrena che ci possa portare di finitamente a vivere in futuro dove la pace possa davvero regnare in ogni cuore, e dove la parole di Dio verrà vissuta non solo come una semplice parla scritta un libro, ma come punto di riferimento eterno, presso la quale le anime di tutto il mondo, possano eternamente trovare pace salvezza ed eterna gioia.

Siamo figli di Dio lo sappiamo da sempre, ma ci manca quella santa consapevolezza che ha contraddistinto le magnifiche vite dei santi, e se anche noi riuscissimo oggi o domani ad avere tale consapevolezza, allora diventeremo una vera luce per questo mondo.

Dio conta molto su nostro aiuto, e tutto ciò non è un gioco poiché c’è in ballo la vota umana, la cosa più preziosa che abbiamo al cospetto di Dio.

Leggi di più:  I Santi Medici Cosma e Damiano: la devozione in Puglia

Essere figli di Dio significa principalmente capire di essere molto amati, e mettere al centro del nostro cuore, quella parola che Gesù ogni giorno ci fa leggere nel Vangelo.

Io sono convinto che chiunque vada a Medjgorje anche se no si converte subito, nel suo cuore capisce che non è solo, e che c’è una presenza bellissima, pacifica e piena di misericordia, che lo aspetta sempre per poter camminare con Lui.

Dio è grande, e ha braccia grandi per poter ricevere ogni nostro errore, per poter curare ogni nostra minima ferita, per poterci far capire che tocca a noi dir di alla Sua divina volontà, e che se pronunciamo quel si così bello e così pieno, allora possiamo vivere felici in eterno.

L’eternità, parola bellissima e talvolta troppo grande per la nostra semplice vita, eppure la Madonna ci fa capire, che anche il peggior peccatore del mondo,  sarà sempre chiamato da Dio alla conversione del proprio cuore,  nel Santissimo Nome del Signore.

Andrea Pagnini