Il nostro angelo custode ci aiuta a confessarci bene

Foto di Jarkko Mänty da Pixabay

L’angelo custode ci dà la forza di confessarci

 Non sempre le anime sono disinvolte, serene e trasparenti nel dovere confessare i propri peccati al sacerdote che in quel momento è intermediario di Gesù, molte anime si intimoriscono nell’esporre i propri peccati, soprattutto se si tratta di persone che non si confessano da molti anni.

Spesso viene la tentazione di rinunciare a confessarsi perché il nemico è bravo a far provare l’imbarazzo dei peccati, anche se nel momento in cui si pecca, quell’imbarazzo sembra proprio non esserci.

Noi cattolici, crediamo fermamente alla presenza dell’angelo custode che Dio stesso ci ha assegnato al momento della nostra nascita, l’angelo è un messaggero, il nostro aiutante e se gli chiediamo aiuto sicuramente non ci lascerà in difficoltà quando decideremo di confessarci.

Gli angeli hanno l’obiettivo di aiutare gli uomini ad arrivare in paradiso, anche se non li vediamo e non li sentiamo, loro sono sempre accanto a noi ed hanno la capacità di incoraggiarci e darci forza al momento del bisogno. Dipende da noi essere aperti spiritualmente al loro aiuto e contributo spirituale.

C’è una bellissima preghiera tratta dal Golden Manual indirizzata al proprio angelo custode e anche ai santi del Paradiso che serve proprio a chiedere aiuto al momento della confessione per presentare i propri peccati al confessore implorando la Misericordia di Dio:

Angelo custode, miei santi patroni N.N., San Pietro e Santa Maria Maddalena e tutti i santi di Dio, vi chiedo di intercedere per me peccatore, di assistermi perché possa essere in grado di dichiarare i miei peccati al sacerdote, pienamente, umilmente e con cuore contrito. Effondete la luce di Dio nella mia anima, e rivelatemi tutti i peccati che dovrei confessare. Gesù misericordioso, effondi la tua misericordia su me, peccatore. Amen”.

Leggi di più:  Come essere felici? La Madonna di Medjugorje ci indica la via

Esiste invece un’altra bella preghiera all’angelo custode scritta da San Pio da Pietrelcina:

O Santo Angelo Custode, abbi cura dell’anima mia e del mio corpo. Illumina la mia mente perché conosca meglio il Signore e lo ami con tutto il cuore. Assistimi nelle mie preghiere perché non ceda alle distrazioni ma vi ponga la più grande attenzione.

Aiutami con i tuoi consigli, perché veda il bene e lo compia con generosità. Difendimi dalle insidie del nemico infernale e sostienimi nelle tentazioni perché riesca sempre vincitore. Supplisci alla mia freddezza nel culto del Signore: non cessare di attendere alla mia custodia finché non mi abbia portato in Paradiso, ove loderemo insieme il Buon Dio per tutta l’eternità.

L’angelo custode non ci lascia mai soli ed è sempre pronto ad aiutarci più di quanto noi possiamo immaginare.

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna