Il Papa a Loreto tuona: «Bisogna difendere la famiglia formata da uomo e donna»

Papa Francesco è approdato a Loreto, alla casa di Maria come pellegrino e coglie l’occasione proprio in quel luogo, per lanciare un messaggio forte e chiaro a difesa della famiglia di Dio: formata da uomo e donna!

La tradizione dice che la casa di Maria che si trova all’interno del Santuario di Loreto proverrebbe da Nazareth e sarebbe stata trasportata nelle Marche da una schiera di angeli poi c’è anche un’altra versione, più razionale, ovvero che sarebbe stata trasportata da una famiglia che fa di cognome ANGELI.

Tra qualche giorno sappiamo che ci sarà la manifestazione di Verona (che sta riscuotendo anche molte critiche) a difesa della famiglia.

Così il Papa dice: «Nella delicata situazione del mondo odierno, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un’importanza e una missione essenziali. È necessario riscoprire il disegno tracciato da Dio per la famiglia, per ribadirne la grandezza e l’insostituibilità a servizio della vita e della società».

Poi alla Casa di Maria, ricorda il modo di come la Madonna ha vissuto su questa terra, assumendo il ruolo di figlia, moglie e Madre. “Per questo ogni famiglia, nelle sue diverse componenti, trova qui accoglienza, ispirazione a vivere la propria identità. L’esperienza domestica della Vergine Santa sta ad indicare che famiglia e giovani non possono essere due settori paralleli della pastorale delle nostre comunità, ma devono camminare strettamene uniti, perché molto spesso i giovani sono ciò che una famiglia ha dato loro nel periodo della crescita. Questa prospettiva ricompone in unitarietà una pastorale vocazionale attenta ad esprimere il volto di Gesù nei suoi molteplici aspetti, come sacerdote, come sposo, come pastore».

Papa Francesco inoltre ci tiene a rimarcare il ruolo fondamentale che la famiglia ha all’interno della società: «Rappresenta la prima cura del malato nell’amarlo, sostenerlo, incoraggiarlo e prendersene cura. Ecco perché il santuario della Santa Casa è simbolo di ogni casa accogliente e santuario degli ammalati. Da qui invio ad essi, tutti, ovunque nel mondo, un pensiero affettuoso e dico loro: voi siete al centro dell’opera di Cristo, perché condividete e portate in maniera più concreta dietro a Lui la croce di ogni giorno».

 

Leggi di più:  Colombia, il Papa portatore di pace