La cattedrale di Noto potrebbe fare la fine di Santa Sofia?

Foto di Peter H da Pixabay

Il vescovo Staglianò continua a parlare di accoglienza ma forse creando qualche difficoltà …

Se c’è qualche parrocchia che ha accolto veramente migliaia e migliaia di musulmani e di persone provenienti da varie terre estere, quella è la parrocchia di Lampedusa “Casa della Fraternità”, ovviamente di queste migliaia di persone non è mai giunta notizia che qualcuno di loro si sia convertito al cristianesimo.

Il vescovo Staglianò, delegato della Conferenza episcopale siciliana per le migrazioni, continua a definire la Sicilia “terra dell’accoglienza” ma forse a volte vorrebbe anche dire “terra dell’invasione”, e infatti il pericolo è che tutta quest’accoglienza possa portare a fare la fine di Santa Sofia anche la cattedrale di Noto.

Si spera ovviamente che questo non succeda mai, ma già molte città siciliane sono invase dai maomettani come ad esempio la città di Caltanissetta (nel centro sicilia) dove i musulmani stanno diventando più dei cristiani.

 

Leggi di più:  Il seminarista Michael Nnadi ucciso in Nigeria perchè annunciava il Vangelo