La conversione dell’Islanda al cristianesimo è avvenuta grazie all’eruzione di un vulcano

La #conversione dell’#Islanda al #cristianesimo è avvenuta, in parte, grazie all’eruzione di un #vulcano, secondo i ricercatori dell’università di Cambridge.

Il Vulcano Eldgja nel sud dell’Islanda è scoppiato 1000 anni fa, coprendo l’intera isola con 20 cm di lava. Lo studio, condotto da Clive Oppenheimer dell’Università di Cambridge, ha dedotto che l’esplosione ‘iniziò intorno alla primavera del 939  e continuò almeno fino all’autunno del 940 .

I ricercatori hanno confrontato le prove scientifiche  per calcolare il tempo in cui il più grande flusso di lava nella storia dell’Islanda si è verificato con il poema medievale più celebre del paese, Vǫluspá, che è stato scritto almeno fino al 961.

Il poema descrive le conseguenze dell’eruzione, con estati fredde causate da ceneri vulcaniche che limitano la luce solare e la conseguente morte del bestiame. Veniva usato anche un linguaggio apocalittico per descrivere gli eventi, come causa dell’uscita di molti dei pagani e della venuta di un unico Dio.

Oppenheimer sostiene – “L’interpretazione del poema come profezia della fine degli dei pagani e la loro sostituzione da parte dell’uno, singolare dio, suggerisce che i ricordi di questa terribile eruzione vulcanica sono stati provocati intenzionalmente per stimolare la cristianizzazione dell’Islanda”.

Rita Sberna

Leggi di più:  Emanuele Lombardini "Stravolti da Cristo"