Lettera commovente del papa emerito: dice di sperare di poter presto raggiungere i suoi amici nell’aldilà

Benedetto XVI ha inviato le sue condoglianze ai monaci cistercensi, in occasione della morte di padre Gerhard Winkler.

Il venerabile vegliardo rinchiuso nel monastero Mater Ecclesiae in Vaticano fu molto commosso dalla notizia della morte dell’amico. In una lettera breve ma commossa, Benedetto XVI reagisce alla notizia della morte di padre Gerhard Winkler, sacerdote cistercense e suo amico personale. La lettera, datata 2 ottobre e indirizzata alla comunità del sacerdote defunto, dice: “Caro Padre Abate!

La notizia della morte del Prof. Dr. Gerhard Winkler, che mi ha riferito, mi ha profondamente colpito. Di tutti i miei colleghi e amici, era il più vicino a me. La sua gioia e la sua profonda fede mi hanno sempre attratto. Ora è arrivato nell’aldilà, dove senza dubbio lo aspettano molti amici. Spero di potermi unire presto a loro.

Tuttavia, sono unito nella preghiera con lui e con la comunità monastica di Wilhering. Cordiali saluti e benedizioni”.

 Gerhard Bernhard Winkler è nato a Wilhering nel 1931, è entrato in monastero nel 1951 ed è stato ordinato sacerdote nel 1955. Il sacerdote ha lavorato con Papa Benedetto XVI, allora Professor Joseph Ratzinger, dal 1974 al 1983 come Senior Lecturer in Storia della Chiesa presso l’Università di Regensburg.

Dal 1983 al 1999 è stato professore di Storia della Chiesa all’Università di Salisburgo.

Dall’ottobre 2018, padre Gerhard Bernhard Winkler viveva in una casa di cura gestita da suore, dove veniva accudito amorevolmente. Con informazioni CNA Deutsch

Leggi di più:  Papa in eterno