Monsignor Giovanni D’Ercole torna in Italia

E’ stato per diversi mesi in Marocco, il vescovo emerito di Ascoli Piceno ma ha da poche ore annunciato il suo rientro in Italia.

Monsignor Giovanni D’Ercole, il vescovo emerito di Ascoli Piceno tramite la sua pagina facebook ha annunciato il suo rientro in Italia. Resterà in Marocco fino a domenica 31 gennaio.

Così scrive D’Ercole: “Domenica 31 gennaio sarà praticamente l’ultimo giorno di permanenza in monastero. Sono stati quasi tre mesi di Marocco contando la prossima settimana dal 1 all’8 febbraio quando prenderò l’aereo da Casablanca per Roma.

Il giorno 1 febbraio andrò a Rabat e poi a Casablanca ma avrò modo di comunicare ancora con voi prima di partire per Roma.”

Giovanni D’Ercole poi si sofferma a parlare dei suoi mesi di permanenza in Marocco:  “Questo tempo è stato un lungo silenzioso colloquio con Gesù immerso nella preghiera dei monaci in cui ho trovato pace e sostegno. Ho vissuto da monaco nella più grande semplicità e direi povertà trappista che fa scoprire l’essenziale della vita: Dio. Ho avuto con me voi tutti che ho sentito vicini e che ho portato nella preghiera. Passare mesi in silenzio è anche un’occasione per rivedere se stessi, il proprio cammino e la propria storia.“

Le riflessioni di mons. D’Ercole

“Tante volte mi sono tornate alla mente vicende del mio percorso umano sacerdotale e da vescovo. In monastero sembra che sei isolato e invece sei nel pieno della società ma la guardi con occhi nuovi, gli occhi di Dio. Così anche quel che mi appariva un problema, un disagio sofferto, una prova difficile tutto senti come grazia divina. Mi è capitato spesso di dirlo negli anni passati quasi per implorare che veramente tutto anche il dolore sia grazia. Qui mi è parso diverso e costantemente mi risuonava nel cuore: se ti basto io, nulla ti manca. Questo è tutto. Ma non è facile rispondere: si, mi basti Tu. Eppure non c’è alternativa e il faticoso cammino dell’ascesi monastica è proprio uno spogliarsi totalmente di se, un morire a se stessi per rinascere in Dio.

 Un libro di Divo Barsotti (la fede nell’Amore) tradotto in francese ”Que je vois ton visage” mi sta accompagnando in questi ultimi giorni. C’è una sola Parola di Dio che continua dalla nostra nascita a chiamarci perché ci ama: è la parola dell’amore. E questa parola null’altro è che questa: non avere paura, io sono con te, io sono per te. Credere all’amore è allora osare la vita con tutte le sue incognite e le sue opportunità.”

Auguriamo a mons. D’Ercole un buon rientro in Italia.

Leggi di più:  Caro Alfie, tutta l'Italia sta pregando per te!

Fonte. Gaudium Press di Rita Sberna

Articolo precedenteUN ANNO CON GIUSEPPE
Articolo successivo«Maestro, non t’importa che siamo perduti?»
Avatar
Rita Sberna (Presidente)è nata nel 1989 a Catania. Nel 2012 ha prestato servizio di volontariato presso una radio sancataldese “Radio Amore”, lì nasce la trasmissione da lei condotta “Testimonianze di Fede”.Continua a condurre “Testimonianze di Fede” per la radio web di Don Roberto Fiscer “Radio Fra le note” con sede a Genova e per Cristiani Today in diretta Live.Nel 2014 ha scritto per il settimanale nazionale “Miracoli” e il mensile “Maria”.Nel 2013 esce il suo primo libro “Medjugorje l’amore di Maria” dedicato alla Regina della Pace e nel 2017 con l’associazione Cristiani Today pubblica il suo secondo libro “Il coraggio di aver Fede”. Inoltre su Cristiani Today scrive vari articoli legati alla cristianità e cura la conduzione web dei programmi Testimonianze di Fede e di Cristiani Today live.