Muore mons. D’Alise, vescovo di Caserta a causa del Coronavirus

Monsignor Giovanni D'Alise Foto: Diocesi di Caserta - Facebook

E’ morto nella notte del 4 ottobre, Monsignor Giovanni D’Alise, Vescovo di Caserta. Aveva 72 anni, era stato ricoverato in ospedale, qualche giorno fa perchè aveva contratto il Coronavirus.

Nato a Napoli il 14 gennaio 1948, ha frequentato il seminario di Benevento, studiando teologia nel seminario di Napoli. E’ stato ordinato sacerdote il 23 settembre 1972.

Papa Giovanni Paolo II, il 5 giugno 2004, lo aveva eletto alla sede vescovile di Ariano Irpino-Lacedonia e venne ordinato vescovo il 17 luglio dello stesso anno dall’allora Arcivescovo Paolo Romeo.

Fu il 21 marzo 2014 che Papa Francesco, lo trasferì alla sede vescovile di Caserta.

Queste le parole scritte dal Cardinal Bassetti, Presidente della CEI: “In questi mesi  molti sacerdoti sono scomparsi a causa del COVID e anche i vescovi sono prima di tutto preti tra i preti. Oggi ci ha lasciato il Vescovo Giovanni, che fino all’ultimo è stato vicino agli altri e ha condiviso un percorso di sofferenza”.

“Il ricordo del Vescovo Giovanni  accompagnerà la nostra Chiesa italiana verso l’Assemblea Generale, che si terrà a Roma dal 16 al 19 novembre. Oggi affidiamo il caro confratello alla misericordia del Padre, nell’attesa di ricordarlo – insieme a quanti ci hanno lasciato per il COVID – in una celebrazione durante l’Assemblea”.

 

Leggi di più:  Il libro di don Giuseppe Calabrese “Sentinelle del mattino”