No al cuore di pietra e ai formalismi, Si all’amore di Dio e al prossimo

Citta’ del Vaticano – All’Angelus il Papa “tuona” contro gli scribi e farisei che stravolgono la volonta’ di Dio e i suoi comandamenti per farne leggi formali e tradizioni umane.

No al cuore di pietra e ai formalismi

I farisei e gli scribi sottolinea il Papa vogliono colpire l’autorevolezza di Gesù, accusando i suoi discepoli di non seguire leggi formali e tradizioni umane. Gesu risponde subito:“Bene ha profetato Isaia di voi, ipocriti, come sta scritto: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me. Invano mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini».

Oggi sottolinea il Papa, anche Gesu’ ci invita a dare piu’importanza alla sostanza che alla forma. Ci chiama a riconoscere, sempre di nuovo, quello che è il vero centro dell’esperienza di fede, cioè l’amore di Dio e l’amore del prossimo, purificandola dall’ipocrisia del legalismo e del ritualismo.

Visitare gli orfani e le vedove e non lasciarsi contaminare da questo mondo

Il vangelo di oggi , viene anche rafforzato dall’apostolo Giacomo, che ci dice come deve essere la vera religione: Visitare gli orfani e le vedove nelle sofferenze e non lasciarsi contaminare da questo mondo. Avere la carita’ vera di Cristo. Non farsi contaminare da questo mondo, non vuol dire isolarsi e chiudersi alla realtà. Anche qui, non dev’essere un atteggiamento esteriore ma interiore, di sostanza: significa vigilare perché il nostro modo di pensare e di agire non sia inquinato dalla mentalità mondana, ossia dalla vanità, dall’avarizia, dalla superbia».

L’esempio e l’intercessione della Vergine Maria ci aiutino a onorare sempre il Signore col cuore, testimoniando il nostro amore per Lui nelle scelte concrete per il bene dei fratelli. Infine ha concluso dicendo che ieri a Košice (Slovacchia), è stata proclamata Beata Anna Kolesárová, vergine e martire, uccisa per aver resistito a chi voleva violare la sua dignità e la sua castità. E’ come la nostra italiana Maria Goretti. Questa ragazza coraggiosa aiuti i giovani cristiani a restare saldi nella fedeltà al Vangelo, anche quando richiede di andare controcorrente e pagare di persona. Un applauso alla Beata Anna Kolesárová!

Leggi di più:  Papa Francesco: la consolazione non sia "truccata", quella vera si riceve e si dona