Ostia, un rom tenta di vendere un bambino ai turisti in cambio di prestazioni sessuali

Foto di Free-Photos da Pixabay

Ha 25 anni, il ragazzo di etnia rom che ha tentato di vendere un bambino di due anni a dei turisti, in cambio di prestazioni sessuali. Il ragazzo è stato arrestato e il piccolo è stato affidato ai servizi sociali.

Quando la polizia ha chiesto al rom chi fosse il bambino, quest’ultimo ha risposto che era “Gesù”.

La Guardia di Finanza di Ostia ha fatto delle domande al rom, il quale ha sempre risposto con riferimenti religiosi e frasi sconnesse. Si sta cercando di capire se il bambino è stato sottratto a qualcuno, anche ad altri rom.

Adesso il bimbo è al sicuro e se ne stanno occupando i servizi sociali. Mentre l’uomo è stato portato al carcere di Regina Coeli.

 

Leggi di più:  YOGA: La Chiesa Indiana dice che non è un mezzo per sperimentare Dio