Papa Francesco la chiesa è dei poveri

Papa Francesco la chiesa è dei poveri

Cari #amici,

Da quando il #Papa è stato in visita a Cesena e a #Bologna, sto leggendo su #Facebook e nel mondo del web, cose che non mi piacciono proprio per niente inerenti al Santo Padre, forti critiche addirittura da chi si reputa Cattolico fervente.

Critiche che nascono dal fatto che il Pontefice abbia voluto pranzare all’interno di una chiesa a Bologna con i poveri e i migranti.

Ora qualcuno mi dica in tutto in tutto ciò che cosa c’è di strano ? Qualcuno osi dire che cosa ci vede di anomalo in questa scelta che il Papa ha fatto di pranzare con gli ultimi del mondo.

Ma la Chiesa cattolica, non fu forse creata da Gesù per dare aiuto ai più poveri tra i poveri ?

Per chi ancora non l’avesse capito, e a quanto pare sono in tanti, Gesù ha creato la chiesa non per tenerla chiusa, e aprirla solo negli orari indicati al pubblico, perché questa non è più chiesa Cattolica, ma sarebbe un semplice ufficio comunale.

Gesù Non ha creato la chiesa per tenerla bella, lucida limpida, e priva di macchia, o come ci dice Papa Francesco, tenerla pulita come un museo, perché quella chiesa sarebbe una creatura triste desolata e cadente, e non servirebbe a nessuno.

Gesù ha creato la chiesa per riempirla di vita, e coloro che possono portare il seme della vera vita in chiesa, sono i sacerdoti, i Vescovi, i Cardinali e il Papa, aprendo le porte delle loro chiese alle persone più povere del mondo.

Queste persone vanno accolte in chiesa, accudite, lavate vestite, dissetate, e se non sono autosufficienti vanno anche imboccate per mangiare.

Leggi di più:  Papa Francesco San Giovanni Paolo II, siamo di passaggio

Questa è la vera chiesa Cattolica che piace veramente a Gesù Cristo, alla Madonna e tutti i santi del Paradiso.

Il resto sono solo chiacchiere, non servono, sono discorsi inutili.

Per cui ora, invece di criticare sempre tutto e tutti, come i finti Cattolici sono soliti fare per tutte le scelte del Papa, prendano esempio per una volta nella loro vita dal Sommo Pontefice, ed aprano le loro chiese e le loro case, talvolta lussuose, e molto di sentimento agli indigenti e ai senza tetto delle loro città.

Ricordate che cosa diceva San Paolo ?